È possibile utilizzare workflow proxy asincroni per ottimizzare l'esecuzione di workflow remoti.

Lo schema di tutti i workflow proxy asincroni è lo stesso, ma contiene script diversi.



Schema di workflow proxy asincrono.


Un workflow proxy asincrono restituisce immediatamente un risultato che rappresenta un wrapper locale dell'oggetto token del workflow remoto. Il workflow proxy utilizza questo token per controllare lo stato dell'esecuzione e recuperare i parametri di output quando l'esecuzione del workflow remoto viene completata. I parametri di output possono essere usati direttamente da altri workflow nel server Orchestrator locale quando sono di tipo semplice, ad esempio booleani, numeri, stringhe e così via.