Con i plug-in di Orchestrator, è possibile accedere e controllare applicazioni e tecnologie esterne. L'esposizione di una tecnologia esterna in un plug-in di Orchestrator consente di incorporare oggetti e funzioni in workflow ed eseguire workflow relativi agli oggetti della tecnologia esterna.

Le tecnologie esterne alle quali è possibile accedere mediante i plug-in includono strumenti di gestione della virtualizzazione, sistemi email, database, servizi di directory, e interfacce di controllo remoto.

Orchestrator include un set standard di plug-in preinstallati, che espongono VMware vCenter Server API, funzionalità di email e autenticazione e altre tecnologie. L'architettura aperta dei plug-in di Orchestrator consente inoltre di sviluppare plug-in per accedere ad altre applicazioni. Orchestrator implementa standard aperti per semplificare l'integrazione con sistemi esterni. Per informazioni sullo sviluppo di contenuti personalizzati, vedere Sviluppo con VMware vRealize Orchestrator.

Il set standard di plug-in viene installato automaticamente insieme al server di Orchestrator. Potrebbe essere necessario configurare alcuni dei plug-in, ad esempio il plug-in vCenter Server, prima di poter iniziare a utilizzarli.

I plug-in estendono il motore di scripting di Orchestrator con nuovi tipi di oggetti e metodi. I plug-in pubblicano inoltre eventi di notifica dal sistema esterno che attiva eventi in Orchestrator e nella tecnologia collegata. I plug-in forniscono un inventario di oggetti JavaScript a cui è possibile accedere dalla scheda Inventario del client Orchestrator. Ogni plug-in contiene pacchetti di workflow e azioni che è possibile eseguire sugli oggetti nell'Inventario per automatizzare i casi d'uso tipici del prodotto integrato.