L'aggiornamento da versioni di vRealize Automation precedenti comporta modifiche ad alcuni endpoint nell'ambiente di destinazione.

Dopo aver effettuato l'aggiornamento a vRealize Automation, è necessario utilizzare l'azione Prova connessione per tutti gli endpoint applicabili. Potrebbe anche essere necessario apportare modifiche ad alcuni endpoint aggiornati. Per ulteriori informazioni, vedere Considerazioni sull'utilizzo degli endpoint aggiornati o migrati.

L'impostazione di sicurezza predefinita per gli endpoint aggiornati o migrati prevede che i certificati non attendibili non vengano accettati.

Dopo l'aggiornamento o la migrazione da un'installazione precedente di vRealize Automation, se venivano utilizzati certificati non attendibili, è necessario eseguire la procedura che segue per tutti gli endpoint vSphere e NSX per consentire la convalida dei certificati. In caso contrario, le operazioni sugli endpoint non riusciranno e verranno restituiti errori di certificato. Per ulteriori informazioni, vedere gli articoli della Knowledge Base di VMware Endpoint communication is broken after upgrade to vRA 7.3 (2150230) all'indirizzo http://kb.vmware.com/kb/2150230 e How to download and install vCenter Server root certificates to avoid Web Browser certificate warnings (2108294) all'indirizzo http://kb.vmware.com/kb/2108294.

  1. Dopo l'aggiornamento o la migrazione, accedere alla macchina dell'agente vRealize Automation vSphere e riavviare gli agenti vSphere utilizzando la scheda Servizi.

    La migrazione potrebbe non riavviare tutti gli agenti, pertanto è necessario riavviarli manualmente se richiesto.

  2. Attendere il completamento di almeno un report di ping. Questa operazione richiede uno o due minuti.

  3. Dopo che gli agenti vSphere avranno avviato la raccolta dati, accedere a vRealize Automation come amministratore IaaS.

  4. Fare clic su Infrastruttura > Endpoint > Endpoint.

  5. Modificare un endpoint vSphere e fare clic su Prova connessione.

  6. Se viene visualizzato un prompt sul certificato, fare clic su OK per accettare il certificato.

    In caso contrario, è possibile che al momento il certificato sia correttamente archiviato presso un'autorità root attendibile del servizio di hosting della macchina Windows per l'endpoint, ad esempio come macchina agente proxy o come macchina DEM.

  7. Per accettare il certificato e salvare l'endpoint, fare clic su OK.

  8. Ripetere questa procedura per ogni endpoint vSphere.

  9. Ripetere questa procedura per ogni endpoint NSX.

  10. Passare a Infrastruttura > Risorse di elaborazione, fare clic con il pulsante destro del mouse sulla risorsa di elaborazione vCenter ed eseguire Raccolta dati.

Se l'azione Prova connessione riesce ma alcune operazioni di provisioning o di raccolta dati hanno esito negativo, è possibile installare lo stesso certificato in tutte le macchine agente che servono l'endpoint e su tutte le macchine DEM. In alternativa, è possibile disinstallare il certificato dalle macchine esistenti e ripetere la procedura precedente per l'endpoint in cui si verifica l'errore.