vRealize Automation supporta la gestione di risorse in data center remoti.

Per gestire risorse di vSphere, HyperV o Xen in data center remoti, distribuire l'agente proxy in una macchina virtuale nel data center remoto.

Nota:

Il diagramma seguente illustra una distribuzione di vSphere. Gli altri endpoint non richiedono alcuna configurazione aggiuntiva.

Poiché è probabile che i workflow di vRealize Orchestrator comunicheranno tramite WAN, è consigliabile seguire le procedure descritte nella guida alla progettazione del codice di vRealize Orchestrator.

Tabella 1. Porte necessarie per la comunicazione WAN

Ruolo

Porte in entrata

Porte in uscita di servizio/sistema

Appliance vRealize Automation, inclusa la versione incorporata di vRealize Orchestrator

N/A

Endpoint vSphere: 443

Host ESXi: 902

Bilanciamento del carico infrastruttura vRealize Automation

Agente proxy infrastruttura vRealize Automation: 443

N/A

Server Web infrastruttura vRealize Automation

N/A

Endpoint vSphere: 443

Bilanciamento del carico gestione infrastruttura vRealize Automation

Agente proxy infrastruttura vRealize Automation: 443

N/A

Server DEM Worker infrastruttura vRealize Automation

N/A

Endpoint: **varia

* Se i Worker DEM sono installati nella macchina del servizio di gestione o in un altro server, queste porte devono essere aperte tra la macchina e l'endpoint target.

** La porta necessaria per la comunicazione con un endpoint esterno varia a seconda dell'endpoint. Per impostazione predefinita, per vSphere si tratta della porta 443.

Figura 1. Configurazione di vRealize Automation in più siti