Se si effettua la migrazione da vRealize Automation 6.2.5, si potrebbero riscontrare questi problemi.

Problema nella versione 6.2.5

Risoluzione per la versione più recente

Dopo la migrazione da vRealize Automation 6.2.5 alla versione più recente, gli elementi del catalogo che utilizzano queste definizioni di proprietà vengono visualizzati all'interno del catalogo dei servizi, ma non sono disponibili per la richiesta.

  • Tipi di controllo: casella di controllo o collegamento.

  • Attributi: relazione, espressioni regolari o layout delle proprietà.

Nella versione di vRealize Automation, le definizioni delle proprietà non utilizzano più questi elementi.

È necessario ricreare la definizione della proprietà o configurarla in modo che utilizzi un'azione di script di vRealize Orchestrator anziché i tipi di controllo o gli attributi incorporati. Per ulteriori informazioni, vedere Gli elementi del catalogo vengono visualizzati nel catalogo dei servizi dopo la migrazione, ma non sono disponibili per la richiesta.

Le espressioni regolari utilizzate per definire le relazioni padre-figlio in un menu a discesa vRealize Automation 6.2.5 non sono supportate nella versione vRealize Automation di destinazione. Nella versione 6.2.5 è possibile utilizzare espressioni regolari per definire uno o più voci di menu figlio disponibili solo per una determinata voce di menu padre. Quando si seleziona la voce di menu padre, vengono visualizzati solo tali voci di menu figlio.

Dopo la migrazione, è necessario ricreare la definizione della proprietà per ripristinare i valori dinamici precedenti. Per informazioni sulla creazione di una relazione padre-figlio tra il menu a discesa padre e il menu a discesa figlio, vedere l'argomento che spiega come utilizzare le definizioni delle proprietà dinamiche in vRA 7.2.

Workflow di vRealize Orchestrator che utilizzano stub di workflow

Gli stub di workflow possono essere convertiti in sottoscrizioni del gestore eventi dopo la migrazione.

Per ulteriori informazioni sui passaggi per la conversione e le modifiche, consultare la vRealize Automationguida alla migrazione dell'estensibilità.

Personalizzazione per le integrazioni di Active Directory

La configurazione e i criteri di Active Directory sono integrati nel prodotto:

Per ulteriori informazioni sulla configurazione di Active Directory, vedere Utilizzo dei criteri di Active Directory.

Configurazione IPAM personalizzata per i carichi di lavoro sottoposti a provisioning

La configurazione IPAM è ora integrata nel prodotto.

Per ulteriori informazioni sui passaggi per la configurazione IPAM, vedere Elenco di controllo per fornire il supporto del provider IPAM di terze parti.

Uso del dizionario delle proprietà delle espressioni relazionali

Le espressioni relazionali non sono più disponibili nel dizionario delle proprietà. L'esempio seguente illustra come sviluppare una relazione del dizionario delle proprietà nelle versioni 7.x:

Relazioni di proprietà in vRA 7

Denominazione personalizzata degli host

Sono disponibili varie opzioni per la denominazione personalizzata degli host dopo la migrazione. Per una panoramica di queste opzioni, vedere Manage Hostnames with vRealize Automation - Part 1: Understand Your Options!

Utilizzo dei blueprint basati su Application Services

La migrazione dei blueprint basati su Application Services richiede passaggi di migrazione separati. Per ulteriori informazioni sui passaggi della migrazione, vedere la guida dell'utente di VMware vRealize Application Services Migration Tool 1.1.