È possibile configurare connessioni di provider di identità aggiuntive in base alle esigenze per supportare diversi scenari di gestione delle identità, inclusi i provider di identità integrati aggiuntivi e i provider di identità di terze parti.

È possibile creare tre tipi di connessioni di provider di identità utilizzando Gestione directory.

  • Crea provider di identità di terze parti: utilizzare questo elemento per creare una connessione a un provider di identità di terze parti esterno. Assicurarsi che siano soddisfatte le condizioni seguenti prima di aggiungere un'istanza del provider di identità di terze parti.
    • Verificare che le istanze di terze parti siano conformi con SAML 2.0 e che il servizio possa raggiungere l'istanza di terze parti.
    • Ottenere le informazioni sui metadati di terze parti appropriate da aggiungere durante la configurazione del provider di identità nella console di amministrazione. Le informazioni sui metadati ottenute dall'istanza di terze parti corrispondono all'URL dei metadati o ai metadati effettivi.
  • Crea provider di identità Workspace: quando si abilita un connettore per l'autenticazione degli utenti durante la configurazione di Gestione directory, viene creato un provider di identità Workspace come provider di identità e viene abilitata l'autenticazione tramite password. È possibile configurare provider di identità Workspace aggiuntivi con bilanciamenti del carico diversi.
  • Crea provider di identità integrato: i provider di identità integrati utilizzano i meccanismi di Gestione directory interni per supportare l'autenticazione. È possibile configurare i provider di identità integrati per l'utilizzo di metodi di autenticazione che non richiedano l'uso di un connettore locale. Quando si configura il provider integrato, si associano i metodi di autenticazione da utilizzare con il provider.