Le azioni sono cambiamenti che si apportano alle risorse di cui viene eseguito il provisioning. Le azioni di vRealize Automation vengono utilizzate per gestire il ciclo di vita delle risorse.

I comandi disponibili nei menu Azione dipendono dalla configurazione (da parte del manager del gruppo di business o dell'amministratore tenant) dei permessi contenenti la risorsa su cui vengono eseguite le azioni stesse. La disponibilità di un'opzione del menu dipende anche dal tipo di risorsa e dal suo stato operativo.

È possibile eseguire una sola azione per volta. Per eseguire una seconda azione su una risorsa, attendere che la prima completi la modifica richiesta.

Tabella 1. Comandi del menu Azione
Azione Tipo di risorsa Descrizione
Associa IP mobile Macchina (OpenStack) Associazione di un indirizzo IP mobile a una macchina OpenStack.
Annulla Macchina Annullamento di un'azione di riconfigurazione in corso.

Gli utenti possono annullare solo le azioni per cui è possibile eseguire il rollback a uno stato precedente.

Se un'azione non supporta il rollback a uno stato precedente, ad esempio Spegni, solo un utente con privilegi di amministratore tenant può annullare la richiesta.

Modifica lease Distribuzione e Macchina Modifica del numero di giorni restanti nel lease per una macchina specifica o per tutte le risorse incluse in una distribuzione. Se non si fornisce un valore, il lease non ha alcuna scadenza.
Cambia regole NAT Rete NAT Aggiungere nuove regole di inoltro della porta NAT, riordinare regole, modificare regole esistenti o eliminare regole.
Cambia proprietario Distribuzione Modifica del proprietario di tutta la distribuzione e delle relative risorse. Solo i manager dei gruppi di business e gli utenti di supporto possono cambiare la proprietà di una distribuzione.

Quando si avvia l'azione di modifica del proprietario, lo stato della macchina deve essere Attivato, Disattivato o Attivo. In caso contrario, l'azione ha esito negativo e l'errore seguente:

L'azione per la macchina non è valida.

Modifica sicurezza Profilo di

È possibile aggiungere o rimuovere tag e gruppi di sicurezza NSX esistenti. È anche possibile rimuovere i gruppi di sicurezza su richiesta.

Per ulteriori informazioni, vedere Aggiunta o rimozione di elementi di sicurezza in una distribuzione.

Connetti utilizzando VMRC Macchina Connessione alla macchina virtuale utilizzando un'applicazione VMRC 8.x.

Per utilizzare questa azione, l'applicazione VMRC deve essere installata sul sistema locale dell'utente del catalogo dei servizi che sta eseguendo l'azione.

Per istruzioni sull'installazione e per l'utente, vedere Documentazione di VMware Remote Console. Per eseguire il download, vedere Download di VMware Remote Console.

VMRC 8.x sostituisce la precedente VMware Remote Console.

Connetti a console remota Macchina Connessione alla macchina selezionata mediante VMware Remote Console.

La console della macchina virtuale viene visualizzata nel browser. Il VMRC 8.x sostituisce la VMware Remote Console.

Connessione tramite ticket della console Macchina (OpenStack e KVM) Connessione alla macchina virtuale OpenStack o KVM tramite ticket della console per una connessione VMware Remote Console.
Connessione con ICA Macchina (Citrix) Connessione alla macchina Citrix mediante il protocollo ICA (Independent Computing Architecture).
Connessione con RDP Macchina Connessione alla macchina mediante Microsoft Remote Desktop Protocol.
Connessione con SSH Macchina Connessione alla macchina selezionata utilizzando SSH.

L’opzione Connessione con SSH richiede un browser con un plug-in che supporti SSH, ad esempio il client terminale FireSSH SSH per Mozilla Firefox e Google Chrome. Quando il plug-in è presente, se si seleziona Connessione con SSH viene visualizzata una console SSH e vengono richieste le credenziali di amministratore.

Per utilizzare questa azione è necessario includere la proprietà personalizzata Machine.SSH, impostata su True, nel componente macchina del blueprint, all'interno di un gruppo di proprietà o in una proprietà personalizzata singola.

Connessione tramite desktop virtuale Macchina Connessione alla macchina selezionata tramite desktop virtuale di Microsoft.
Crea snapshot Macchina virtuale Creazione di uno snapshot della macchina virtuale. Se sono consentiti solo due snapshot e sono già stati utilizzati entrambi, il comando diventa disponibile solo dopo l'eliminazione di uno snapshot.
Elimina snapshot Macchina virtuale Eliminazione di uno snapshot della macchina virtuale.
Elimina Distribuzione, macchina e gruppo di sicurezza su richiesta

Eliminazione immediata di una risorsa di cui è stato eseguito il provisioning.

Eccetto che per XaaS, l'eliminazione di componenti di una distribuzione non rappresenta la pratica migliore. Utilizzare l'azione di scalabilità verticale per ridurre il numero di macchine nella propria distribuzione oppure eliminare la distribuzione completa.

È necessario eseguire questa azione per eliminare risorse di XaaS, anche se fanno parte di una distribuzione che si sta eliminando. Altre risorse vengono eliminate alla scadenza del relativo lease o periodo di archiviazione.

L'azione Elimina non è disponibile per le seguenti situazioni di distribuzione:

  • distribuzioni di macchine fisiche
  • distribuzioni con una rete NSX o una risorsa di sicurezza NSX esistente
  • distribuzioni con una risorsa bilanciamento del carico su richiesta NSX

Poiché un bilanciamento del carico NSX appartiene a un edge NSX, quando si elimina un edge NSX viene eliminata anche la risorsa bilanciamento del carico e le risorse vengono rilasciate. Quando si elimina un livello macchina con bilanciamento del carico, tale livello macchina viene rimosso dal pool di bilanciamento del carico sul relativo edge NSX.

Nota: L'azione di eliminazione potrebbe restituire un messaggio di operazione completata anche se non è possibile rimuovere la distribuzione di una macchina dal relativo endpoint. Ad esempio, se una macchina vSphere si trova in un datastore non vSAN e il file VMX contiene dati danneggiati o non validi. Anche se il messaggio di eliminazione indica che l'operazione è riuscita, è possibile esaminare il registro della richiesta per ulteriori informazioni. Forzare l'eliminazione di una macchina in questo stato potrebbe lasciarla in esecuzione sull'endpoint e causare conflitti IP. Se i dati danneggiati vengono corretti nell'endpoint (al di fuori di vRealize Automation), è possibile riprovare l'azione Elimina.

Gli amministratori dei gruppi di business possono forzare l'eliminazione di una distribuzione dopo che una richiesta di eliminazione non riesce. La forzatura dell'eliminazione indica a vRealize Automation di ignorare le richieste di eliminazione di risorse individuali non riuscite durante le distruzione della distribuzione. Per ulteriori informazioni sull'uso della forzatura dell'eliminazione, vedere Eliminazione forzata di una distribuzione dopo una richiesta di eliminazione non riuscita.

Nota:

Lo storage e la memoria assegnati a una macchina sottoposta a provisioning da una prenotazione vengono rilasciati quando la macchina a cui sono assegnati viene eliminata in vRealize Automation dall’azione di eliminazione. La memoria e lo storage non vengono rilasciati se la macchina viene eliminata in vCenter Server.

Quando si elimina una distribuzione che contiene un componente macchina Amazon, è possibile eliminare più volumi EBS contemporaneamente, in base al modo in cui è stata configurata l'impostazione Elimina volumi nel blueprint. Per ulteriori informazioni, vedere Impostazioni dei componenti macchina Amazon.

Quando si elimina una distribuzione contenente un componente macchina Amazon, tutti i volumi EBS aggiunti alla macchina durante il suo ciclo di vita vengono scollegati anziché eliminati. vRealize Automation non fornisce alcuna opzione per l'eliminazione dei volumi EBS.

Annulla associazione IP mobile Macchina (OpenStack) Rimozione dell'IP mobile dalla macchina OpenStack.
Ignora Nessun tipo di risorsa. Richiesta di provisioning iniziale o azione non riuscita.

Si ignora una richiesta non riuscita. Si annulla una richiesta in corso.

  • Se la richiesta ignorata è una richiesta di distribuzione, la distribuzione non riuscita viene rimossa dall'elenco delle distribuzioni.
  • Se la richiesta ignorata è un'azione, la richiesta di azione non riuscita viene rimossa dalla scheda, lasciando la distribuzione nello stato precedente.

    È necessario ignorare una richiesta di azione non riuscita in modo che sia possibile visualizzare l'esecuzione delle altre azioni nella distribuzione associata. È inoltre necessario ignorare le azioni non riuscite in modo che gli utenti della distribuzione possano visualizzare la cronologia della macchina.

Non è possibile ignorare le richieste inviate dall'API e non blocca le azioni inviate dall'API.

Questa azione è disponibile per tutte le richieste di provisioning iniziale non riuscite. Non richiede alcun permesso.

Esegui riconfigurazione Macchina Riconfigurare immediatamente la macchina o pianificare l'azione di riconfigurazione in un secondo momento.
Scadenza Distribuzione e Macchina Termine del lease della macchina o della distribuzione per tutte le risorse incluse nella distribuzione.
Esporta certificato Macchina Esportazione del certificato da una macchina cloud.
Genera promemoria scadenza Macchina Download di un file di eventi calendario per la data di scadenza del lease corrente.
Installa VMware Tools Macchina Installazione di VMware Tools in una macchina virtuale vSphere.
Reset Macchina Spegnimento e riaccensione della macchina.
Spegni Macchina Spegnimento della macchina senza shutdown del sistema operativo guest.
Accendi Macchina Accensione della macchina. Se la macchina è stata sospesa, il funzionamento normale riprende dal punto in cui la macchina è stata sospesa.
Reboot Macchina Riavvio del sistema operativo guest su una macchina virtuale vSphere. Per utilizzare questa azione, è necessario che sulla macchina sia installato VMware Tools.
Riconfigura Macchina

Un manager del gruppo di business, un utente di supporto o un proprietario di macchina può eseguire le seguenti azioni di riconfigurazione per la macchina virtuale vSphere selezionata:

  • Cambiare la descrizione
  • Cambiare le impostazioni relative a CPU, memoria, rete e disco
  • Aggiungere, modificare ed eliminare proprietà personalizzate e gruppi di proprietà
  • Aggiungere, modificare, riordinare o eliminare una scheda di rete per le regole di inoltro della porta NAT
  • Riconfigurare lo shutdown
  • Modifica del proprietario di macchina (disponibile solo per manager dei gruppi di business e utenti di supporto)

Non è possibile modificare un criterio di prenotazione storage se è l'operazione potrebbe comportare la modifica del profilo di storage in un disco.

Per ulteriori informazioni, vedere Come specificare le impostazioni di riconfigurazione della macchina e considerazioni sulla riconfigurazione.

Se si seleziona l'opzione Propaga aggiornamenti alle distribuzioni esistenti nella pagina Impostazioni blueprint del blueprint di origine, qualsiasi aumento delle impostazioni minima e massima di CPU, memoria o storage nel blueprint viene propagato alle distribuzioni attive il cui provisioning è stato effettuato da tale blueprint. Per ulteriori informazioni, vedere Impostazioni delle proprietà dei blueprint.

Non gestire oggetti NSX amministrati da vRealize Automation all'esterno di vRealize Automation. Ad esempio, se si modifica la porta membro di un bilanciamento del carico distribuito in NSX, anziché in vRealize Automation, la raccolta dei dati di NSX si interrompe. Anche le operazioni di scalabilità verticale e orizzontale generano risultati imprevisti.

Riconfigura Bilanciamento del carico

Un proprietario della macchina, utente di supporto, amministratore tenant o manager gruppo di business autorizzato può cambiare qualsiasi impostazione di un server virtuale e può aggiungere o rimuovere server virtuali nel bilanciamento del carico NSX:

Per ulteriori informazioni, vedere Riconfigurazione di un bilanciamento del carico in una distribuzione.

Per informazioni relative alle impostazioni del server virtuale nel bilanciamento del carico, vedere Aggiunta di un componente bilanciamento del carico su richiesta.

Non gestire oggetti NSX amministrati da vRealize Automation all'esterno di vRealize Automation. Ad esempio, se si modifica la porta membro di un bilanciamento del carico distribuito in NSX, anziché in vRealize Automation, la raccolta dei dati di NSX si interrompe. Anche le operazioni di scalabilità verticale e orizzontale generano risultati imprevisti.

Registra VDI Macchina virtuale (XenServer) Registrazione dell'immagine di disco virtuale su elementi XenServer.
Rimuovi dal catalogo Distribuzioni Rimuovere le risorse di cui è stato eseguito il provisioning XaaS dal catalogo. È possibile eseguire questa operazione su oggetti esistenti e oggetti che non sono più nell'inventario di Orchestrator.
Riesegui provisioning Macchina

Elimina la macchina, quindi avvia il workflow di provisioning per creare una macchina con lo stesso nome.

Quando si richiede la riesecuzione del provisioning di una macchina, a causa di un problema noto è possibile che nel catalogo di vRealize Automation lo stato di riesecuzione del provisioning venga indicato come completato mentre invece è ancora in corso. Dopo l'invio di una richiesta di riesecuzione del provisioning di una macchina, è possibile verificare lo stato della macchina utilizzando una delle seguenti sequenze:

  • Infrastruttura > Macchine gestite
  • Scheda Distribuzioni
  • Amministrazione > Eventi > Registri eventi
Nota: Non è possibile rieseguire il provisioning di una macchina Amazon.

Per informazioni correlate, vedere l'articolo 2065873 della Knowledge Base di VMware "Reprovisioned machine tasks" all'indirizzo http://kb.vmware.com/kb/2065873.

Invia di nuovo Nessun tipo di risorsa. Richiesta di provisioning iniziale non riuscita. Inviare nuovamente una richiesta di provisioning non riuscita. La richiesta nuovamente inviata parte all'inizio del processo di provisioning con i valori già immessi.

Se una richiesta non riesce e il problema può essere risolto, è possibile inviare nuovamente la richiesta, anziché crearne una nuova. Se l'errore è dovuto a valori non corretti, ad esempio un datastore che non supporta la richiesta, è necessario creare una nuova richiesta con i nuovi valori.

Questa azione è disponibile per tutte le richieste di provisioning iniziale non riuscite. Non richiede alcun permesso.

Riprendi Profilo di Riprendere la richiesta di provisioning parzialmente completata. La richiesta continua dal punto di errore.

Se una distribuzione non riesce durante il processo di provisioning a causa di problemi temporanei dell'ambiente o dell'infrastruttura, timeout o altri problemi che possono essere risolti all'esterno della richiesta, è possibile riprendere il processo di provisioning, anziché creare una nuova richiesta di provisioning. Se la non corretta esecuzione dell'operazione è stata causata da errori nel blueprint, la ripresa non funziona. È necessario richiedere una nuova distribuzione anziché tentare la ripresa.

Se una richiesta di distribuzione riesce solo parzialmente ed è possibile risolvere il problema, è possibile utilizzare l'azione di ripresa. La richiesta ripresa continua dal punto di errore.

Per ulteriori informazioni, vedere Funzionamento dell'azione Riprendi.

Ripristina snapshot Macchina virtuale Ripristino di uno snapshot precedente della macchina. Per utilizzare questa azione è necessario disporre di uno snapshot esistente.
Scalabilità verticale Distribuzione Consente di eliminare le istanze non necessarie delle macchine nella distribuzione per l'adeguamento ai ridotti requisiti di capacità. Vengono eliminati i componenti macchina e tutti i componenti software installati su di essi. I componenti software dipendenti e i componenti di rete e sicurezza vengono aggiornati per la configurazione di distribuzione nuova. I componenti di XaaS non sono scalabili e non vengono aggiornati durante le operazioni di scalabilità.

È possibile tentare di riparare le operazioni di scalabilità riuscite parzialmente provando a scalare nuovamente la distribuzione. Tuttavia, non è possibile scalare una distribuzione alla sua dimensione corrente e la correzione di un'operazione di scalabilità parzialmente riuscita in questo modo non comporta l'annullamento dell'allocazione delle risorse tralasciate. È possibile visualizzare la schermata dei dettagli di esecuzione delle richieste e identificare le attività che non sono riuscite e su quali nodi per decidere se correggere l'operazione di scalabilità parzialmente riuscita con un'altra operazione di scalabilità. Le operazioni di scalabilità non riuscite o parzialmente non riuscite non influiscono sulla funzionalità della distribuzione originale ed è possibile continuare a utilizzare gli elementi del catalogo durante la risoluzione di eventuali problemi.

Scalabilità orizzontale Distribuzione Consente di eseguire il provisioning di istanze aggiuntive delle macchine nella propria distribuzione per l'adeguamento all'aumento dei requisiti di capacità. Viene eseguito il provisioning dei componenti macchina e di tutti i componenti software installati su di essi. I componenti software dipendenti e i componenti di rete e sicurezza vengono aggiornati per la configurazione di distribuzione nuova. I componenti di XaaS non sono scalabili e non vengono aggiornati durante le operazioni di scalabilità.

È possibile tentare di riparare le operazioni di scalabilità riuscite parzialmente provando a scalare nuovamente la distribuzione. Tuttavia, non è possibile scalare una distribuzione alla sua dimensione corrente e la correzione di un'operazione di scalabilità parzialmente riuscita in questo modo non comporta l'annullamento dell'allocazione delle risorse tralasciate. È possibile visualizzare la schermata dei dettagli di esecuzione delle richieste e identificare le attività che non sono riuscite e su quali nodi per decidere se correggere l'operazione di scalabilità parzialmente riuscita con un'altra operazione di scalabilità. Le operazioni di scalabilità non riuscite o parzialmente non riuscite non influiscono sulla funzionalità della distribuzione originale ed è possibile continuare a utilizzare gli elementi del catalogo durante la risoluzione di eventuali problemi.

Se si seleziona l'opzione Propaga aggiornamenti alle distribuzioni esistenti nella pagina Impostazioni blueprint del blueprint di origine, qualsiasi aumento delle impostazioni minima e massima di CPU, memoria o storage nel blueprint viene propagato alle distribuzioni attive il cui provisioning è stato effettuato da tale blueprint. Per ulteriori informazioni, vedere Impostazioni delle proprietà dei blueprint.

Shutdown Macchina Shutdown del sistema operativo guest e spegnimento della macchina. Per utilizzare questa azione, è necessario che sulla macchina sia installato VMware Tools.
Sospendi Macchina Messa in pausa della macchina, che nel frattempo non potrà essere utilizzata e non consumerà risorse del sistema diverse dallo storage utilizzato.
Annulla registrazione Macchina Rimozione della macchina dall'inventario senza eliminarla. Le macchine di cui sia stata annullata la registrazione non sono utilizzabili.
Annulla registrazione Rete Rimozione della rete dall'inventario senza eliminarla. Le reti non registrate non sono utilizzabili.
Annulla registrazione VDI Macchina virtuale (XenServer) Annullamento della registrazione dell'immagine di disco virtuale su elementi XenServer.