È possibile importare le impostazioni da un OVF per semplificare il processo di configurazione delle impostazioni del componente della macchina vSphere in un blueprint di vRealize Automation.

Questa procedura presuppone che l'utente disponga di una conoscenza di base del processo di creazione del blueprint di vRealize Automation.

Prerequisiti

Procedura

  1. Scegliere Progettazione > Blueprint.
  2. Fare clic sull'icona Nuovo (Aggiungi).
  3. Immettere un nome una descrizione per il blueprint e fare clic su OK.
  4. Fare clic su Tipi di macchine nell'area Categorie e trascinare un componente Macchina vSphere (vCenter) nella tela di progettazione.
  5. Fare clic sulla scheda Informazioni build e specificare le seguenti opzioni:
    • Tipo di blueprint: Server
    • Azione: Crea
    • Workflow di provisioning: ImportOvfWorkflow

      L'impostazione ImportOvfWorkflow consente di rendere disponibile l'opzione URL.

      Provisioning con l'opzione OVF.
  6. Specificare la posizione del file OVF.
    • Immettere il percorso dell'URL dell'OVF nel formato https://server/folder/name.ovf o name.ova.

      Se si abilita l'autenticazione nel server che ospita il file OVF, immettere le credenziali dell'utente di cui eseguire l'autenticazione.

    • Se il file OVF è ospitato su un sito Web ed è stato creato un endpoint Proxy da utilizzare nell'accesso al sito Web, scegliere Usa proxy e selezionare l'endpoint Proxy disponibile.
  7. Fare clic su Configura.
    Nota: Se viene visualizzato un messaggio di errore di autenticazione, significa che il server su cui è ospitato l'OVF richiede le credenziali di autenticazione. In questo caso, selezionare la casella di controllo Autenticazione necessaria, immettere le credenziali specificando Nome utente e Password richieste per l'autenticazione nel server HTTP in cui si trova l'OVF e fare nuovamente clic su Configura.

    L'opzione Configura apre una procedura guidata nella quale vengono visualizzate tutte le proprietà configurabili dall'utente e i valori importabili dall'OVF come proprietà personalizzate. Se non sono disponibili proprietà configurabili da importare, il riquadro è vuoto.

    1. Utilizzare la procedura guidata per accettare i valori predefiniti da importare o modificare i valori per il blueprint prima dell'importazione.
    2. Fare clic su OK per importare le proprietà e i valori.

      Tutte le proprietà configurabili dall'utente contenute nel modello OVF vengono importate nel blueprint come proprietà personalizzate di vRealize Automation modificabili, precedute da VMware.Ovf, mentre altre vengono importate come proprietà nascoste non destinate alla modifica dopo l'importazione.

  8. Fare clic sulla scheda Risorse macchina per visualizzare i risultati dell'importazione di OVF riportati nelle voci dei valori minimi per le opzioni CPU, Memoria (MB) e Storage (GB).

    È possibile modificare qualsiasi di questi valori dopo l'importazione.

  9. Fare clic sulla scheda Storage per visualizzare i risultati dell'importazione di OVF.
  10. Fare clic su Proprietà > Proprietà personalizzate per visualizzare i risultati dell'importazione di OVF.

    Per ulteriori informazioni, vedere Proprietà personalizzate per l'importazione dei file OVF.

  11. Fare clic su Salva.

Operazioni successive

Continuare a definire le impostazioni del blueprint o fare clic su Fine.