Quando si personalizza il modulo di richiesta per un blueprint, è possibile aggiungere informazioni in formato tabella. L'utente richiedente può popolare le righe con i dati inclusi nella richiesta di provisioning.

È possibile aggiungere una tabella e popolarla in base ai dati forniti manualmente o in base a un'origine esterna. Alcuni elementi del blueprint vengono visualizzati come una griglia dati. Ad esempio, dischi della macchina virtuale o NIC.

Oltre ad aggiungere campi alla griglia dati, è possibile aggiungere vincoli per garantire che l'utente fornisca valori accettabili.

Negli esempi seguenti viene utilizzata la griglia dati, ma è possibile utilizzare il selettore multivalore come modalità alternativa di presentazione dell'opzione agli utenti nel modulo di richiesta. È possibile verificare le differenze modificando la proprietà del campo Aspetto > Etichetta e tipo > Tipo di visualizzazione.

Esempio di dati CSV forniti

In questo esempio, è presente una tabella di valori forniti nel modulo di richiesta personalizzato. Fornire le informazioni nella tabella come origine di valori costante. L'origine è basata su una struttura di dati CSV in cui la prima riga è l'intestazione. Le intestazioni sono gli identificatori di colonna separati da virgole. Ogni riga aggiuntiva contiene i dati che vengono visualizzati in ogni riga nella tabella.

  1. Aggiungere l'elemento generico Griglia dati alla tela di progettazione.
  2. Selezionare la griglia dati e definire i valori nel riquadro delle proprietà.
    Riquadro delle proprietà per la griglia dati
    Label ID Tipo
    Username nome utente Stringa
    ID dipendente employeeId Integer
    Manager manager Stringa
    Definire i valori CSV.
    username,employeeId,manager
    leonardo,95621,Farah
    vindhya,15496,Farah
    martina,52648,Nikolai
  3. Verificare che la griglia dati visualizzi i dati previsti nel modulo di richiesta del blueprint.
    Griglia dati nel modulo di richiesta personalizzato

Esempio di origine esterna

Questo esempio utilizza l'esempio precedente, ma i valori sono basati su un'azione di vRealize Orchestrator. Anche se questo è un esempio di azione semplice, è possibile utilizzare un'azione più complessa che consente di recuperare le informazioni da un database o un sistema locale.

L'azione utilizzata come convalida deve avere un parametro di input Array/Properties.

  1. In vRealize Orchestrator, configurare un'azione, getUserDetails, con un array simile all'esempio seguente.
    Azione di vRealize Orchestrator per popolare la griglia dati di un modulo personalizzato
    Utilizzare lo script di esempio seguente.
    return [{"username":"Fritz", "employeeId":6096,"manager":"Tom"}]
  2. In vRealize Automation, aggiungere la griglia dati e configurare le colonne della griglia dati con i valori seguenti.
    Label ID Tipo
    Username nome utente Stringa
    ID dipendente employeeId Integer
    Manager manager Stringa
  3. Nell'elenco Origine valore, selezionare Origine esterna.
  4. In Seleziona azione immettere getUserDetails e selezionare l'azione creata in vRealize Orchestrator.
  5. Salvare e verificare la tabella nel modulo di richiesta.
    Griglia dati popolata tramite un'azione di vRealize Orchestrator

Esempio di elemento del blueprint

È possibile aggiungere alcuni elementi del blueprint al modulo e visualizzarli come griglia dati quando l'utente richiede il blueprint. I dischi e le NIC vengono visualizzati come griglie dati.

In questo esempio, si aggiunge un elemento disco al modulo in modo che gli utenti possano aggiungere altri dischi quando richiedono l'elemento del catalogo. È possibile aggiungere vincoli per controllare meglio ciò che l'utente può richiedere. Ad esempio, è possibile limitare la capacità a 5 GB.

I valori degli elementi definiti nel blueprint, ad esempio i dischi, non sono visibili nel modulo personalizzato. Ciò impedisce all'utente di modificare una configurazione necessaria per il corretto provisioning della richiesta.

  1. Creare un blueprint con una macchina con un disco di storage definito da 6 GB.
  2. Aggiungere l'elemento disco alla tela.
  3. Selezionare la griglia dati e definire i vincoli nel riquadro delle proprietà.

    In questo esempio, la capacità minima è impostata su 2 e quella massima su 5.


    Capacità configurata come vincolo della griglia dati nel designer dei moduli personalizzati
  4. Salvare e verificare i vincoli della tabella nel modulo di richiesta.
  5. Nel modulo di richiesta, fare clic sul segno più nella griglia dati.
    Tenere presente che il vincolo di capacità si attiva se si immette un valore maggiore di 5.
    Vincolo attivato nel modulo di richiesta del catalogo