È possibile definire uno o più intervalli di rete degli indirizzi IP statici nel profilo di rete da utilizzare nel provisioning di una macchina. Se non si specifica un intervallo, è possibile utilizzare un profilo di rete come criterio di prenotazione e selezionare un percorso per una scheda di rete di una macchina virtuale (vNIC).

È possibile definire manualmente i valori degli intervalli di IP da un file CSV importato o dagli indirizzi IP forniti da un provider IPAM esterno. È possibile combinare intervalli IP definiti manualmente e indirizzi IP importati tramite CSV. Ad esempio, è possibile definire alcuni intervalli utilizzando l'interfaccia utente e altri mediante l'importazione da un file CSV.

Se si effettua l'importazione da un file CSV una seconda volta, indipendentemente dal nome del file CSV, gli intervalli IP importati dalla precedente importazione del file CSV vengono cancellati e vengono aggiunte le informazioni del nuovo intervallo IP. In tal modo, l'importazione precedente viene sovrascritta quando si effettua l'importazione una seconda volta o più volte. È possibile ripetere il processo di aggiornamento di un file CSV e reimportare il file CSV nel profilo di rete indefinitamente.

Se per un profilo di rete esterna non sono stati definiti intervalli di IP, è possibile utilizzarlo per specificare quale rete selezionare per una scheda di rete virtuale (vNIC). Se si sta utilizzando il profilo di rete esistente in un profilo di rete NAT o instradata, dovrà avere almeno un intervallo di IP statici.

Procedura

  1. Fare clic sulla scheda Intervalli di rete.
  2. Per immettere manualmente un nuovo nome di intervallo di rete e un nuovo intervallo di indirizzi IP, fare clic su Nuovo o per importare le informazioni relative agli IP da un file CSV formattato correttamente, fare clic su Importa da CSV.
    • Fare clic su Nuovo.
      1. Assegnare un nome all'intervallo di rete.
      2. Immettere una descrizione dell'intervallo di rete.
      3. Immettere l'indirizzo IP iniziale dell'intervallo.
      4. Immettere l'indirizzo IP finale dell'intervallo.
    • Fare clic su Importa da CSV.
      1. Individuare e selezionare il file CSV o trascinarlo nella finestra di dialogo Importa da CSV.
        Una riga del file CSV ha il seguente formato: ip_address, machine_name, status, NIC offset. Ad esempio:
        100.10.100.1,mymachine01,Allocated,0
        
        Campo CSV Descrizione
        ip_address Un indirizzo IP in formato IPv4.
        machine_name Nome di una macchina gestita in vRealize Automation. Se il campo è vuoto, il valore predefinito è senza nome. Se il campo è vuoto, il valore del campo status non può essere Allocato.
        status Allocato o Non allocato, viene fatta distinzione tra lettere maiuscole e minuscole. Se il campo è vuoto, il valore predefinito è Non allocato. Se lo stato è Allocato, il campo machine_name non può essere vuoto.
        NIC_offset Un numero intero non negativo.

        Lo scarto NIC indica la NIC della macchina virtuale a cui è assegnato l'indirizzo IP. Se una macchina virtuale alloca più indirizzi IP per NIC diverse, è presente una voce di indirizzo IP per ogni NIC che contiene lo scarto NIC corrispondente. Se si imposta il valore 0, non viene specificato alcuno scarto.

      2. Fare clic su Applica.
  3. Fare clic su OK.

    Gli indirizzi IP dell'intervallo vengono visualizzati nell'elenco degli indirizzi IP definiti.

    Gli indirizzi IP vengono visualizzati quando si fa clic su Applica o dopo che si salva e quindi si modifica il profilo di rete.

  4. Per visualizzare i dati degli indirizzi IP per lo spazio di indirizzi dell'intervallo specificato, fare clic sulla scheda Indirizzi IP.
    Se le informazioni degli indirizzi IP sono state importate da un file CSV, il nome dell'intervallo viene generato come importato da CSV.
  5. (Facoltativo) Per filtrare le voci degli indirizzi IP, selezionare un indirizzo IP dal menu a discesa Intervallo di rete.

    È possibile visualizzare informazioni relative agli intervalli di rete definiti, agli intervalli di rete importati da un file CSV oppure a un intervallo di rete denominato.

  6. (Facoltativo) Per filtrare gli indirizzi IP che corrispondono allo stato dell'IP, selezionare un tipo di stato dal menu a discesa Stato IP.

    Per gli indirizzi IP con stato Scaduto o Eliminato, fare clic su Recupera per renderli disponibili per l'allocazione. È necessario salvare il profilo affinché il recupero abbia effetto. L'aggiornamento della colonna di stato da Expired o Destroyed a Allocated può richiedere qualche secondo.

  7. Per completare il profilo di rete, fare clic su OK.

risultati

I profili di rete possono essere assegnati a un percorso di rete in una prenotazione o specificati in un blueprint dagli architetti di blueprint. Se è stato creato un profilo di rete esterna, è possibile utilizzare il profilo di rete esterna quando si crea un profilo di rete NAT o instradata.