Quando si importa un OVF in un blueprint, è possibile importare e configurare diverse impostazioni come proprietà personalizzate.

Per informazioni correlate, vedere Configurazione di un blueprint per il provisioning da un OVF.

Tabella 1. Proprietà personalizzate per i blueprint in cui viene importato un OVF
Proprietà personalizzata Descrizione

VMware.Ovf.Thumbprint

Se il file OVF risiede su un server HTTPS dotato di un certificato, questa proprietà archivia il valore dell'identificazione personale del certificato e viene utilizzata per convalidare il certificato. Quando il file OVF è ospitato su un server HTTP, la proprietà non ha alcuna rilevanza. La proprietà viene creata automaticamente quando si importa un OVF utilizzando il workflow di provisioning ImportOvfWorkflow nell'interfaccia utente del componente blueprint. Se si crea il blueprint tramite programmazione con le REST API di vRealize Automation o vRealize CloudClient, è necessario creare manualmente la proprietà.
Nota: L'identificazione personale può essere archiviata in un formato con dati separati da virgole per supportare una catena di certificati.

Quando VMware.Ovf.TrustAllCertificates è presente e impostata su true, la proprietà VMware.Ovf.Thumbprint viene ignorata.

VMware.Ovf.TrustAllCertificates

Quando la proprietà è presente ed è impostata su true, la proprietà Vmware.Ovf.Thumbprint viene ignorata e non viene eseguita alcuna convalida del certificato nell'importazione di un file OVF utilizzando il workflow di provisioning ImportOvfWorkflow.

VMware.Ovf.Configuration.X

Un OVF può contenere proprietà configurabili dall'utente, ad esempio una proprietà che imposta la password root di una macchina virtuale con provisioning effettuato dal file OVF. Quando si importa un OVF in un blueprint, le proprietà configurabili dall'utente definite nel file OVF vengono analizzate e convertite in proprietà personalizzate con formato Vmware.Ovf.Configuration.X, dove X è il nome della proprietà configurabile dall'utente dal file OVF.