È possibile configurare un'integrazione di SaltStack Config per accedere al servizio SaltStack Config e utilizzare gli oggetti e le azioni di SaltStack Config in vRealize Automation.

Con vRealize Automation SaltStack Config, è possibile eseguire il provisioning, configurare e distribuire software alle macchine virtuali su qualsiasi scala, utilizzando l'automazione basata su eventi. È inoltre possibile utilizzare SaltStack Config per definire e applicare gli stati del software ottimali e conformi nell'intero ambiente.

vRealize Automation SaltStack Config integrato è disponibile per vRealize Automation con le seguenti condizioni:
  • Le macchine gestite utilizzando SaltStack Config devono essere in grado di raggiungere Salt Master e devono trovarsi nella stessa rete del punto di integrazione di SaltStack Config e di Salt Master.
  • L'integrazione di SaltStack Config viene associata a un host specifico durante l'installazione.
  • Le macchine vSphere distribuite in una rete privata devono essere in grado di avviare una connessione con l'integrazione di SaltStack Config e con Salt Master.
  • I minion Salt vengono installati utilizzando gli script cloud-init o Cloudbase-init.
  • Per aggiungere informazioni e minion per l'integrazione di SaltStack Config nelle distribuzioni e nei modelli cloud di vRealize Automation, è necessario utilizzare metodi di gestione della configurazione, in particolare gli script cloud-init o Cloudbase-init.
  • Ogni tenant di vRealize Automation può supportare un'integrazione di SaltStack Config e un Salt Master. Salt Master può supportare più minion.

    Diagramma delle relazioni tra SaltStack Config e vRealize Automation

  • L'eliminazione di un'integrazione di SaltStack Config in vRealize Automation non verifica se sono presenti distribuzioni esistenti che utilizzano l'integrazione di SaltStack Config.

Prerequisiti

  • Verificare di disporre delle credenziali di amministratore di vRealize Automation e delle credenziali di amministratore di SaltStack Config (accesso a livello root).

    Sono necessarie le credenziali di amministratore di vRealize Automation e le credenziali di amministratore di SaltStack Config (accesso a livello root) per creare un'integrazione di SaltStack Config.

    Sono inoltre necessarie le credenziali di amministratore di SaltStack Config per aprire e utilizzare il servizio SaltStack Config stesso.

    È necessario utilizzare le credenziali di vRealize Automation per accedere a vRealize Automation e le credenziali di SaltStack Config per accedere a SaltStack Config.

    Per informazioni sulle credenziali di amministratore di SaltStack Config, vedere la Guida all'installazione di SaltStack Config nella documentazione del prodotto.

  • Verificare che il servizio SaltStack Config sia installato.
    Utilizzare vRealize Suite Lifecycle Manager (vRLCM) per installare il servizio SaltStack Config da utilizzare con vRealize Automation. Questa azione consente inoltre di installare Salt Master o l'host e configura un gruppo di proprietà di vRealize Automation obbligatorio. Per istruzioni su SaltStack Configinstallazione e configurazione del servizio, vedere i seguenti argomenti nella documentazione di VMware vRealize Suite Lifecycle Manager:
  • Verificare che l'istanza di Salt Master da utilizzare nell'integrazione di SaltStack Config contenga il plug-in Master.

    Per informazioni sull'installazione del plug-in Master, vedere la documentazione Installazione e aggiornamento di SaltStack Config.

  • Verificare di disporre del ruolo di amministratore del servizio SaltStack Config in vRealize Automation. Vedere Che cosa sono i ruoli utente di vRealize Automation.
  • Verificare di disporre del ruolo di amministratore del servizio Cloud Assembly in vRealize Automation. Vedere Ruoli utente di organizzazione e servizio in vRealize Automation.

Per informazioni correlate sulle chiamate API utilizzate durante la configurazione del servizio SaltStack Config, vedere Chiamate API utilizzate durante l'installazione e la configurazione di SaltStack Config per l'integrazione di vRealize Automation.

Configurazione di un'integrazione di SaltStack Config in vRealize Automation

Dopo aver installato SaltStack Config per vRealize Automation, è possibile aprirlo dalla pagina Infrastruttura > Integrazioni in Cloud Assembly o come servizio dalla console del servizio vRealize Automation.

Nota: Diversamente dagli altri tipi di integrazione di vRealize Automation, non è possibile aggiungere un'integrazione di SaltStack Config selezionando Infrastruttura > Connessioni > Integrazioni > Aggiungi integrazione. L'integrazione di SaltStack Config non è disponibile finché non viene installata utilizzando vRealize Suite Lifecycle Manager.
  1. In vRealize Automation Cloud Assembly, selezionare Infrastruttura > Connessioni > Integrazioni, selezionare il riquadro dell'integrazione di SaltStack Config disponibile e fare clic su Apri.

    Pagina delle integrazioni in cui viene mostrato un tipo di integrazione di SaltStack Config

  2. Compilare il modulo.

    Creazione dell'integrazione iniziale

    1. Immettere o modificare la descrizione.

      Il nome dell'integrazione viene creato dopo aver installato SaltStack Config.

    2. Immettere il nome utente e la password dell'amministratore di SaltStack Config utilizzati per accedere all'host specificato.

      Il valore del nome host viene specificato durante l'installazione di SaltStack Config come valore dell'indirizzo master. Non può essere modificato dopo l'installazione.

    3. Fare clic su Convalida per verificare l'accesso dell'amministratore all'host dell'integrazione di SaltStack Config.
    4. (Facoltativo) Immettere i tag di funzionalità. Per informazioni sull'assegnazione dei tag, vedere Utilizzo dei tag di vincolo in vRealize Automation Cloud Assembly.
    5. Fare clic su Salva.

    Dopo aver salvato il punto di integrazione di SaltStack Config, è possibile aprire il servizio di integrazione di SaltStack Config stesso dalla pagina Integrazioni o dalla console del servizio vRealize Automation.

    Servizi di SaltStack Config visibili nella console CS

  3. Fare clic sul punto di integrazione salvato per aprire il servizio SaltStack Config integrato e accedere all'host.
  4. Quando viene richiesto di accedere a SaltStack Config, immettere il nome utente e la password dell'amministratore di SaltStack Config.

    Pagina di accesso di SaltStack Config

    Di seguito viene mostrata una pagina di SaltStack Config di esempio.

    Interfaccia utente di SaltStack Config di esempio

Per informazioni sull'utilizzo degli oggetti e delle azioni di SaltStack Config nelle distribuzioni e nei modelli cloud di vRealize Automation, vedere Come utilizzare i minion di SaltStack Config in vRealize Automation.

Per informazioni sulla configurazione e l'utilizzo degli oggetti di SaltStack Config nel servizio SaltStack Config stesso, vedere le risorse descritte nella sezione informazioni sull'utilizzo di SaltStack Config.

Informazioni sull'utilizzo di SaltStack Config

SaltStack Config è un prodotto autonomo che è possibile integrare con e utilizzare in vRealize Automation. La documentazione del prodotto SaltStack Config è disponibile in file PDF separati. Utilizzare la documentazione del prodotto SaltStack Config per esplorare i modi in cui è possibile sfruttare le funzionalità di SaltStack Config nelle distribuzioni e nei modelli cloud di vRealize Automation.

Per informazioni sulla creazione degli oggetti di SaltStack Config e sull'utilizzo del servizio SaltStack Config stesso, vedere Utilizzo di SaltStack Config in vRealize Automation in Uso e gestione di vRealize Automation SaltStack Config.