I registri vengono generati automaticamente da vari servizi. È possibile generare bundle di registri in vRealize Automation. È inoltre possibile configurare l'ambiente in modo che invii i registri a vRealize Log Insight.

Le informazioni su come utilizzare l'utilità della riga di comando vracli per generare bundle di registri possono essere visualizzate utilizzando l'argomento --help nell'utilità della riga di comando vracli (ad esempio: vracli log-bundle --help).

Per informazioni correlate all'utilizzo di vRealize Log Insight, vedere In che modo è possibile configurare l'inoltro dei registri in vRealize Log Insight.

Comandi del bundle di registri

È possibile creare un bundle di registri contenente tutti i registri generati dai servizi eseguiti. Un bundle di registri contiene tutti i registri del servizio ed è necessario per la risoluzione dei problemi.

In un ambiente di cluster (modalità ad alta disponibilità), eseguire il comando vracli log-bundle in un solo nodo. I registri vengono trascinati da tutti i nodi nell'ambiente. Tuttavia, se si verifica un problema di rete o un altro problema relativo al cluster, i registri vengono estratti da tutti i nodi che è possibile raggiungere. Ad esempio, se un nodo è disconnesso in un cluster di tre nodi, i registri vengono raccolti solo dai due nodi integri. L'output del comando vracli log-bundle contiene informazioni sugli eventuali problemi rilevati e i passaggi della soluzione.

  • Per creare un bundle di registri, accedere tramite SSH a un nodo qualsiasi ed eseguire il seguente comando vracli:

    vracli log-bundle

  • Per modificare il valore di timeout per la raccolta dei registri da ciascun nodo, eseguire il seguente comando vracli:

    vracli log-bundle --collector-timeout $CUSTOM_TIMEOUT_IN_SECONDS

    Ad esempio, se l'ambiente contiene file di registro di grandi dimensioni, una rete lenta o un utilizzo elevato della CPU, è possibile impostare il timeout su un valore superiore ai 1000 secondi predefiniti.

  • Per configurare altre opzioni, come il timeout dell'assembly e la posizione del buffer, utilizzare il seguente comando della guida vracli:

    vracli log-bundle --help

Struttura del bundle di registri

Il bundle di registri è un file tar con data e ora. Il nome del bundle corrisponde al file log-bundle-<date>T<time>.tar modello, ad esempio log-bundle-20200629T131312.tar. Il bundle di registri contiene in genere i registri di tutti i nodi nell'ambiente. In caso di errore, contiene quanti più registri possibile. Contiene almeno i registri del nodo locale.

Il bundle di registri è composto dai seguenti contenuti:
  • File di ambiente

    Il file di ambiente contiene l'output di vari comandi di manutenzione di Kubernetes. Fornisce informazioni sull'utilizzo corrente delle risorse per nodo e per pod. Contiene inoltre le informazioni e la descrizione del cluster per tutte le entità Kubernetes disponibili.

  • Registri e configurazione di host

    La configurazione di ogni host (ad esempio la relativa directory /etc) e i registri specifici dell'host (ad esempio journald) vengono raccolti in una directory per ogni nodo o host del cluster. Il nome della directory corrisponde al nome host del nodo. I contenuti interni della directory corrispondono al file system dell'host. Il numero di tali directory corrisponde al numero di nodi del cluster.

  • Registri dei servizi
    I registri per i servizi Kubernetes si trovano nella seguente struttura di cartelle:
    • <hostname>/services-logs/<namespace>/<app-name>/file-logs/<container-name>.log
    • <hostname>/services-logs/<namespace>/<app-name>/console-logs/<container-name>.log

    Un nome di file di esempio è my-host-01/services-logs/prelude/vco-app/file-logs/vco-server-app.log.

    • hostname è il nome host del nodo in cui il contenitore dell'applicazione è o era in esecuzione. In genere, è presente una sola istanza per ogni nodo per ogni servizio. Ad esempio, 3 nodi = 3 istanze.
    • namespace è lo spazio dei nomi di Kubernetes in cui l'applicazione è o era distribuita. Per i servizi rivolti all'utente, questo valore è prelude.
    • app-name è il nome dell'applicazione Kubernetes che ha generato i registri, ad esempio provisioning-service-app.
    • container-name è il nome del contenitore che ha generato i registri. Alcune app sono composte da più contenitori. Ad esempio, vco-app contiene i contenitori vco-server-app e vco-controlcenter-app.
  • Registri pod (legacy)

    Prima delle modifiche apportate all'architettura di registrazione in vRealize Automation 8.2, i registri dei servizi (descritti nel punto precedente) si trovavano nella directory di ciascun pod nel bundle di registri. Anche se è possibile continuare a generare i registri dei pod nel bundle utilizzando la riga di comando vracli log-bundle --include-legacy-pod-logs, questa operazione è sconsigliata perché tutte le informazioni dei registri si trovano già nei registri di ciascun servizio. L'inclusione dei registri dei pod può aumentare inutilmente il tempo e lo spazio necessari per generare il bundle di registri.

Riduzione della dimensione del bundle di registri

Per generare un bundle di registri di dimensioni più piccole, utilizzare uno dei seguenti comandi vracli log-bundle:

  • vracli log-bundle --since-days n

    Utilizzare questo comando per raccogliere solo i file di registro generati nell'ultimo numero di giorni. In caso contrario, i registri vengono conservati e raccolti per 7 giorni.

  • vracli log-bundle --skip-heap-dumps

    Utilizzare questo comando per escludere tutti i dump dell'heap dal bundle di registri generato.