Per inizializzare una macchina Windows, creare l'infrastruttura e i modelli cloud in vRealize Automation Cloud Assembly in modo che l'immagine di Windows inizializzabile esegua i comandi desiderati.

L'esempio mostrato qui è basato su vSphere, ma altri fornitori cloud devono essere simili.

Prerequisiti

  • Creare l'infrastruttura. In vRealize Automation Cloud Assembly, aggiungere l'account cloud di vSphere e una zona cloud associata.
  • Aggiungere le mappature delle immagini e aggiungere profili di rete e storage.

    Nell'infrastruttura, una mappatura dell'immagine deve fare riferimento al modello Windows creato per supportare Cloudbase-Init. Vedere Come creare un'immagine Windows inizializzabile per vSphere.

    Se il modello non è elencato, passare ad Account cloud e sincronizzare le immagini. In caso contrario, la sincronizzazione automatica viene eseguita ogni 24 ore.

  • Aggiungere un progetto, aggiungere utenti e assicurarsi che gli utenti possano eseguire il provisioning nella propria zona cloud.

Per ulteriori informazioni sulla creazione di infrastrutture e progetti, vedere gli esempi nel caso d'uso di WordPress.

Procedura

  1. In vRealize Automation Cloud Assembly, passare alla scheda Progettazione e creare un modello cloud.
  2. Aggiungere una sezione cloudConfig con i comandi Cloudbase-Init desiderati.

    I seguenti esempi di comandi creano un nuovo file nell'unità C: di Windows e impostano il nome host.

    resources:
      Cloud_Machine_1:
        type: Cloud.Machine
        properties:
          image: cloudbase-init-win-2016
          flavor: small
          remoteAccess:
            authentication: usernamePassword
            username: Administrator
            password: Password1234@$
          cloudConfig: |
            #cloud-config
            write_files:
              content: Cloudbase-Init test
              path: C:\test.txt
            set_hostname: testname

    Per ulteriori informazioni, vedere la documentazione di Cloudbase-Init.

  3. Aggiungere le proprietà remoteAccess in modo da configurare la macchina per l'accesso iniziale a Windows.

    Come accennato durante la creazione del modello, il servizio metadati raccoglie le credenziali di accesso e le espone a CreateUserPlugin e SetUserPasswordPlugin. Si tenga presente che la password deve soddisfare i requisiti delle password di Windows.

  4. Da vRealize Automation Cloud Assembly, testare e distribuire il modello cloud.
  5. Dopo la distribuzione, utilizzare Windows RDP e le credenziali nel modello per accedere alla nuova macchina Windows e verificare la personalizzazione.

    Nell'esempio precedente, si cerca il file C:\test.txt e si controllano le proprietà di sistema per il nome host.