Il piano di onboarding del carico di lavoro serve per identificare le macchine di cui sono stati raccolti i dati da un tipo di account cloud in una regione o in un data center di destinazione, ma che non sono ancora gestite da un progetto vRealize Automation Cloud Assembly.

Quando si aggiunge un account cloud che contiene macchine distribuite al di fuori di vRealize Automation Cloud Assembly, le macchine non sono gestite da Cloud Assembly fino a quando non ne viene eseguito l'onboarding. Utilizzare un piano di onboarding per portare le macchine non gestite nella gestione di vRealize Automation Cloud Assembly. Si crea un piano, si popola con le macchine, quindi si esegue per importare le macchine. Utilizzando il piano di onboarding, è possibile creare un modello cloud e anche una o più distribuzioni.

È possibile eseguire l'onboarding di una o più macchine non gestite in un unico piano selezionando le macchine manualmente.

  • È possibile eseguire l'onboarding di un massimo di 3.500 macchine non gestite all'ora all'interno di un singolo piano di onboarding.
  • È possibile eseguire l'onboarding di un massimo di 17.000 macchine non gestite simultaneamente all'ora all'interno di piani di onboarding multipli.

Le macchine disponibili per l'onboarding del carico di lavoro sono elencate nella pagina Risorse > Macchine relative a un tipo di account cloud e di regione specifico e sono etichettate come Discovered nella colonna Origine. Sono elencate solo le macchine di cui sono stati raccolti i dati. Dopo aver eseguito l'onboarding delle macchine, queste vengono visualizzate nella colonna Origine come Deployed.

La persona che esegue il piano di onboarding del carico di lavoro viene indicata automaticamente come proprietario della macchina.

L'onboarding supporta inoltre le proprietà personalizzate dell'onboarding, i dischi collegati, la modifica dei proprietari delle distribuzioni e le reti di vSphere.

  • Proprietà personalizzate: è possibile impostare proprietà personalizzate a livello del piano e delle singole macchine. Un set di proprietà personalizzate a livello di macchina sovrascrive la stessa proprietà a livello del piano.
  • Dischi collegati: se una macchina dispone di dischi non avviabili, viene automaticamente eseguito l'onboarding dei dischi nella macchina principale. Per visualizzare i dischi non avviabili, fare clic sul nome della macchina nel piano e passare alla scheda Storage.
  • Proprietà della distribuzione: l'onboarding consente di cambiare il proprietario della distribuzione predefinito. Per modificare il proprietario, selezionare una distribuzione nella scheda Distribuzione, fare clic su Modifica proprietario e selezionare l'utente desiderato associato al progetto.

Esempi di onboarding

Per esempi di tecniche di onboarding, vedere Esempio: onboarding delle macchine selezionate come singola distribuzione in vRealize Automation Cloud Assembly.

Sottoscrizioni agli eventi di onboarding

Quando si esegue il piano, viene creato un evento Deployment Onboarded. Utilizzando le opzioni della scheda Estendibilità, è possibile eseguire la sottoscrizione a questi eventi di distribuzione ed eseguire azioni su di essi.

Dopo l'onboarding, è possibile aggiornare un progetto come azione giorno 2 per le distribuzioni di cui è stato eseguito l'onboarding. Per utilizzare l'azione di modifica del progetto, il progetto di destinazione deve utilizzare le stesse risorse della zona cloud della distribuzione. Non è possibile eseguire l'azione di modifica del progetto in alcuna distribuzione di onboarding in cui sono state apportate modifiche dopo l'onboarding.