È possibile utilizzare vRealize Automation Code Stream per modellare il processo di creazione, test e distribuzione. Con vRealize Automation Code Stream, è possibile configurare l'infrastruttura che supporta il ciclo di rilascio e creare pipeline che modellano le attività di rilascio del software. vRealize Automation Code Stream fornisce il software dal codice di sviluppo al testing e lo distribuisce alle istanze di produzione.

Ogni pipeline include fasi e attività. Le fasi rappresentano le fasi di sviluppo e le attività eseguono le azioni necessarie per consegnare l'applicazione software attraverso le fasi.

Che cosa sono le pipeline in vRealize Automation Code Stream

Una pipeline è un modello di integrazione e consegna continue del processo di rilascio del software. Rilascia il software dal codice sorgente, attraverso il testing, alla produzione. Include una sequenza di fasi con attività che rappresentano le attività nel ciclo di rilascio del software. L'applicazione software passa da una fase all'altra attraverso la pipeline.

È possibile aggiungere endpoint in modo che le attività della pipeline possano connettersi a origini dati, repository o sistemi di notifica.

Creazione di pipeline

È possibile creare una pipeline iniziando con una tela vuota, utilizzando un modello di pipeline smart o importando codice YAML.

Quando si utilizza la tela vuota per creare una pipeline, è possibile aggiungere fasi, attività e approvazioni. La pipeline automatizza il processo di che crea, testa, distribuisce e rilascia l'applicazione. Le attività in ogni fase eseguono azioni che creano, testano e rilasciano il codice in ogni fase.

Tabella 1. Fasi e utilizzi delle pipeline di esempio
Fase di esempio Esempi di operazioni che è possibile eseguire
Sviluppo

In una fase di sviluppo, è possibile eseguire il provisioning di una macchina, recuperare un artefatto o aggiungere un'attività di creazione per creare un host Docker per l'integrazione continua del codice e molto altro.

Ad esempio:

Test

In una fase di test, è possibile aggiungere un'attività Jenkins per testare l'applicazione software, nonché includere strumenti di test post-elaborazione come JUnit e JaCoCo e molto altro.

Ad esempio:

Produzione

In una fase di produzione è possibile eseguire l'integrazione con il modello cloud in vRealize Automation Cloud Assembly che esegue il provisioning dell'infrastruttura, distribuisce il software in un cluster Kubernetes e molto altro.

Ad esempio:

È possibile esportare la pipeline come file YAML. Fare clic su Pipeline, fare clic su una scheda di pipeline, quindi fare clic su Azioni > Esporta.

Approvazione delle pipeline

È possibile ottenere un'approvazione da un altro membro del team in punti specifici della pipeline.

  • Per richiedere l'approvazione in una pipeline includendo un'attività Operazione utente in una pipeline, vedere Come eseguire una pipeline e visualizzare i risultati. Questa attività invia una notifica e-mail all'utente che deve rivederla. Prima che sia possibile continuare l'esecuzione della pipeline, il revisore deve concedere l'approvazione o rifiutarla. Se l'attività Operazione utente ha un timeout di scadenza impostato in giorni, ore o minuti, l'utente richiesto deve approvare la pipeline prima che l'attività scada. In caso contrario, la pipeline non riuscirà come previsto.
  • In qualsiasi fase di una pipeline, se un'attività o una fase non riesce, è possibile creare un ticket Jira con vRealize Automation Code Stream. Vedere Come creare un ticket Jira in vRealize Automation Code Stream quando un'attività della pipeline non riesce.

Attivazione delle pipeline

Le pipeline possono essere attivate quando gli sviluppatori archiviano il proprio codice nel repository o rivedono il codice o quando rilevano un artefatto della build nuovo o aggiornato.

Per ulteriori informazioni sui trigger supportati da vRealize Automation Code Stream, vedere Attivazione di pipeline in vRealize Automation Code Stream.