I criteri delle quote delle risorse consentono di controllare la quantità di risorse disponibili per gli utenti. È possibile definire criteri delle quote delle risorse in modo da limitare le risorse che possono essere utilizzate da ogni utente, progetto oppure organizzazione. I casi d'uso di questa procedura sono un'introduzione ai criteri delle quote delle risorse.

Se non vengono definiti criteri delle quote delle risorse, non viene applicata alcuna governance e gli utenti possono usare le risorse finché non vengono utilizzate tutte le risorse disponibili.

L'amministratore del cloud può creare uno o più criteri delle quote delle risorse e applicarli ad esempio a livello di organizzazione. Poiché gli utenti dell'organizzazione richiedono la distribuzione di risorse, i criteri delle quote delle risorse monitorano il consumo di risorse per garantire che le nuove richieste di distribuzione non superino i limiti delle risorse definiti nei criteri.

Quando si creano i criteri, è necessario configurarne l'ambito. L'ambito determina se il criterio viene applicato alle risorse a livello di organizzazione o di progetto. Per ulteriori informazioni sull'ambito dei criteri, vedere Come configurare l'ambito nei criteri di vRealize Automation Service Broker.
  • Se l'ambito del criterio è Organizzazione, tutte le risorse nell'organizzazione vengono gestite in base al criterio definito.
  • Se l'ambito del criterio è costituito da più progetti, le risorse associate ai progetti specificati vengono gestite in base al criterio definito.
  • Se l'ambito del criterio è un unico progetto, le risorse associate a tale progetto vengono gestite in base al criterio definito. Altri progetti non sono interessati.

Quando si definiscono le quote delle risorse, è necessario specificare limiti di livelli di ambito per ogni risorsa. I limiti dei livelli forniscono governance aggiuntiva delle risorse. Ad esempio, se si desidera applicare un criterio delle quote delle risorse all'intera organizzazione, è possibile impostare il livello dell'ambito sui limiti dell'organizzazione oppure definire limiti per un segmento più piccolo, ad esempio progetti o utenti all'interno di tale organizzazione.

Nello stesso criterio è possibile impostare un solo limite per tipo di risorsa per livello di ambito. Ad esempio, è possibile impostare una quota delle risorse per il consumo di storage a livello di organizzazione e per utente nello stesso criterio. Non è possibile definire due quote di storage a livello di organizzazione nello stesso criterio.

I limiti delle quote delle risorse dipendono dall'ambito del criterio. Se si modifica l'ambito dopo aver definito i limiti delle quote delle risorse, le impostazioni delle quote delle risorse vengono eliminate e sarà necessario ricominciare.

Il menu a discesa del livello dell'ambito include le opzioni seguenti.
Opzione Descrizione Disponibile a questi livelli di ambito del criterio
Limiti organizzazione

Limita la quantità di risorse disponibili per il consumo a livello di organizzazione.

Le quote delle risorse con limiti dell'organizzazione vengono distribuite tra tutti gli utenti o tutti i progetti nell'organizzazione.

  • Organizzazione
Limiti utente organizzazione Limita la quantità totale di risorse che ogni utente può utilizzare all'interno dell'organizzazione.
  • Organizzazione
Limiti progetto

Limita la quantità di risorse disponibili per il consumo a livello di progetto.

Le quote delle risorse con limiti di progetto vengono distribuite tra tutti gli utenti nei progetti specificati.

I limiti del progetto non sono cumulativi. Se l'ambito del criterio è impostato su più progetti, i limiti delle risorse vengono applicati per progetto.

  • Organizzazione
  • Progetti multipli
  • Progetto
Limiti utente progetto Limita la quantità totale di risorse che ogni utente che appartiene ai progetti specificati può utilizzare a livello di progetto.
  • Organizzazione
  • Progetti multipli
  • Progetto
Come vengono applicati i criteri delle quota delle risorse?
  • È possibile che siano applicabili più criteri di quote delle risorse. I criteri delle quote delle risorse vengono valutati e viene applicato un criterio imposto alla richiesta di distribuzione. Se per una risorsa sono stati definiti più criteri allo stesso livello di ambito, viene applicata la quota delle risorse con il valore di limite più basso. Il caso d'uso di questa procedura fornisce ulteriori informazioni sul modo in cui vengono elaborate le quote delle risorse.
  • Quando viene applicato un criterio delle quote delle risorse, tutte le risorse di distribuzione esistenti vengono valutate rispetto alla quota di risorse, ad eccezione delle richieste di distribuzione in corso. L'utilizzo delle risorse viene aggiornato dopo il completamento della richiesta di distribuzione, pertanto le richieste in corso non vengono incluse nella valutazione.
  • Le richieste di distribuzione simultanee non sono supportate nell'applicazione dei criteri delle quote delle risorse. Ad esempio, un criterio delle quote delle risorse consente 15 GB di memoria per utente. Un utente attiva due richieste di distribuzione simultanee, ognuna delle quali consuma 10 GB di memoria. Il criterio consente entrambe le richieste perché al momento della richiesta delle distribuzioni l'utente non consuma memoria e ogni richiesta soddisfa il limite a livello di utente di 15 GB. Una volta completate le richieste, l'utilizzo delle risorse viene aggiornato per riflettere le due richieste. Se l'utente crea quindi una terza richiesta di distribuzione, tale richiesta non riesce perché non sono disponibili risorse.
  • Quando si distribuiscono i modelli cloud, i criteri delle quote delle risorse consentono l'overprovisioning dello storage perché il sistema non conosce le dimensioni effettive dello storage della distribuzione prima che venga eseguito il provisioning della macchina nell'endpoint. Analogamente alle richieste simultanee, dopo che l'utilizzo delle risorse viene aggiornato e il sistema riconosce che le risorse di provisioning superano il limite delle quote delle risorse, il criterio non consente alcuna richiesta successiva.
  • I criteri delle quote delle risorse non vengono applicati nelle azioni giorno 2. Ad esempio, se il limite delle quote delle risorse è 2 CPU durante la distribuzione, l'utente può eseguire la distribuzione con 2 CPU, quindi può eseguire un'azione giorno 2 per aumentare la quantità a 6 CPU. Al termine dell'azione giorno 2, l'utilizzo della CPU viene aggiornato in base alle risorse appena aggiunte e ciò influisce sulla quantità totale di risorse disponibili per il consumo.
I criteri delle quote delle risorse vengono applicati quando:
  • Un utente richiede un elemento del catalogo in vRealize Automation Service Broker o un modello cloud in vRealize Automation Cloud Assembly.
  • Quando si crea un nuovo criterio o si aggiorna un criterio esistente, il sistema può impiegare fino a due minuti per applicare le modifiche. Ad esempio, se si crea una nuova distribuzione entro due minuti dall'aggiornamento di un criterio, gli aggiornamenti dei criteri potrebbero non essere applicabili alla richiesta di distribuzione.

In questo caso d'uso, sono disponibili tre definizioni di criteri che illustrano in che modo è possibile creare i criteri delle quote delle risorse e i risultati quando vengono applicati.

Procedura

  1. Selezionare Contenuto e criteri > Criteri > Definizioni > Nuovo criterio > Criterio quota risorse.
  2. Configurare il criterio della quota delle risorse 1.
    Un amministratore del cloud può controllare il modo in cui le risorse vengono distribuite tra utenti e progetti nell'organizzazione che amministra.
    1. Definire la durata di validità del criterio.
      Impostazione Valore di esempio
      Scope Organizzazione

      Questo criterio viene applicato all'intera organizzazione.

    2. Definire le quote delle risorse.
      Livello di ambito Risorsa e limite
      Limiti organizzazione CPU = 2000
      Limiti utente organizzazione CPU = 10
      Limiti progetto CPU = 200
      Limiti utente progetto CPU = 5
    In questo scenario, la quantità totale disponibile per il consumo tra tutti gli utenti dell'organizzazione è 2000 CPU e la quantità totale disponibile per progetto è 200 CPU. Ogni utente può utilizzare fino a 5 CPU in ogni progetto a cui appartiene, ma non più di 10 CPU, combinate in tutte le sue distribuzioni. Quando il limite di un livello di ambito viene raggiunto, tutte le nuove richieste di distribuzione che superano tale limite non riescono.
  3. Configurare il criterio della quota delle risorse 2.
    Un amministratore di progetto può controllare il modo in cui le risorse vengono distribuite tra gli sviluppatori in diversi progetti che amministra.
    1. Definire la durata di validità del criterio.
      Impostazione Valore di esempio
      Scope

      Progetti multipli

      Definire i criteri del progetto. Ad esempio,

      Project name contains dev

      Questo criterio viene applicato solo ai progetti il cui nome contiene il termine dev.

    2. Definire le quote delle risorse.
      Livello di ambito Risorsa e limite
      Limiti progetto CPU = 100
      Limiti utente progetto CPU = 10
    In questo scenario, vengono valutate le risorse disponibili a livello di ogni ambito e vengono applicati sia il criterio 1 sia il criterio 2. Tra i due criteri vengono applicati i limiti più bassi.
    • Vengono applicati i limiti degli utenti dei progetti del criterio 1 perché il valore definito è inferiore a quello del criterio 2.
    • Vengono applicati i limiti del progetto del criterio 2 perché il valore definito è inferiore a quello del criterio 1.
    • I limiti del livello di organizzazione definiti nel criterio 1 si applicano anche ai progetti specificati nell'ambito del criterio 2.
  4. Configurare il criterio della quota delle risorse 3.
    L'amministratore del cloud può distribuire le risorse a livello di progetto e organizzazione in modo uniforme tra gli utenti.
    1. Definire la durata di validità del criterio.
      Impostazione Valore di esempio
      Scope

      Organizzazione

      Questo criterio viene applicato all'intera organizzazione.

    2. Definire le quote delle risorse.
      Livello di ambito Risorsa e limite
      Limiti organizzazione CPU = 1000
      Limiti utente organizzazione CPU = 50
      Limiti utente progetto CPU = 3
      In questo scenario, vengono valutate le risorse disponibili a livello di ogni ambito e vengono applicati tutti e tre i criteri. Anche in questo caso vengono applicati i limiti del livello di ambito più basso tra i tre criteri.
      • Vengono applicati i limiti dell'utente del progetto nel criterio 3 perché il valore definito è inferiore a quello nel criterio 1 e nel criterio 2.
      • I limiti dell'utente dell'organizzazione nel criterio 3 non vengono applicati. Viene invece applicato il limite definito nel criterio 1 perché il valore è inferiore.
      • Vengono applicati i limiti del livello di organizzazione definiti nel criterio 3 perché il valore è inferiore a quello del criterio 1.
    Sulla base degli esempi di configurazione precedenti, il seguente diagramma riepiloga in che modo vengono applicate le quote delle risorse in più criteri.

    Esempio della modalità di applicazione di più criteri di quote delle risorse a livelli di ambito diversi.

Operazioni successive