Il metodo di installazione con un nodo singolo è equivalente al metodo di installazione di vRealize Suite Lifecycle Manager. Questo metodo consente di installare SaltStack Config in un nodo singolo (server) utilizzando il programma di installazione di SaltStack Config. Dopo l'installazione, un Salt Master, SaltStack Config, un database Redis e un database PostgreSQL vengono tutti eseguiti in questo stesso nodo.

Durante l'esecuzione, il programma di installazione con un nodo singolo per SaltStack Config:

  • Installa Python 3.6 nel nodo (se non era già installato).
  • Installa Salt e le relative dipendenze necessarie (se non erano già installati).
  • Rende questo server un Salt Master.
  • Applica gli stati di Salt necessari per installare SaltStack Config.
  • Installa le versioni richieste di PostgreSQL, Redis e Python Setuptools nel server.

ID delle chiavi del pacchetto

Il programma di installazione di SaltStack Config supporta situazioni in cui le macchine di destinazione non sono connesse a Internet. È inoltre possibile che alcune macchine siano configurate per convalidare le firme dei pacchetti RPM, ma che non siano in grado di connettersi a Internet per recuperare automaticamente le chiavi pubbliche corrette.

Queste chiavi sono incluse nel file .zip del programma di installazione per facilitare l'importazione in tali macchine. È tuttavia consigliabile verificare che le chiavi fornite da SaltStack corrispondano a quelle ufficiali. Per istruzioni specifiche, vedere Verifica dei file di installazione.

Gli ID delle chiavi sono i seguenti, insieme alla posizione canonica di ciascuno di essi:

Nome chiave ID chiave Posizione
Fedora EPEL 352C64E5 https://getfedora.org/static/keys/352C64E5.txt
IUS Community Project 9CD4953F https://dl.iuscommunity.org/pub/IUS-COMMUNITY-GPG-KEY
PostgreSQL Global Dev Group 442DF0F8 https://download.postgresql.org/pub/repos/yum/RPM-GPG-KEY-PGDG-96
SaltStack Packaging Team DE57BFBE https://repo.saltstack.com/yum/redhat/7/x86_64/3000/SALTSTACK-GPG-KEY.pub

Prerequisiti

Prima di avviare il processo di installazione, assicurarsi di aver letto e completato i passaggi in tutte le pagine di preinstallazione:

Attenzione:

Per un'installazione con un nodo singolo, è particolarmente importante eseguire tutti i passaggi elencati nella pagina Installazione o aggiornamento di Salt. L'unica eccezione si ha quando si installa SaltStack Config in un ambiente air gap.

Esecuzione dello script del programma di installazione

Dopo aver completato i passaggi elencati nelle sezioni precedenti, è ora possibile eseguire il programma di installazione nel nodo:

  1. Nel terminale, eseguire il comando:
    sudo ./setup_single_node.sh
  2. Durante l'esecuzione dello script, verificare che nel terminale venga visualizzato il messaggio seguente:
    Installing SaltStack Config...

    Durante l'installazione, è possibile che questo messaggio venga visualizzato nel terminale per diversi minuti.

    Quando viene eseguito, lo script, installa la versione stabile più recente di Python e Salt se non sono già stati installati. Configura inoltre questo nodo come Salt Master e minion.

    Nota:

    Se sono installati sia il servizio Salt Master sia il servizio dei minion, lo script ignora questo passaggio e procede con la configurazione di SaltStack Config. Se è installato il pacchetto del servizio Salt Master o il pacchetto del servizio dei minion, ma non entrambi, lo script viene terminato per evitare che l'utente interrompa accidentalmente un'installazione esistente.

    Dopo l'installazione di Python e Salt, lo script installa:

    • Un database PostgreSQL
    • Un database Redis
    • RaaS, noto anche come SaltStack Config

Se si verifica un errore durante l'esecuzione del programma di installazione, consultare la pagina Risoluzione dei problemi oppure contattare il supporto.

Autorizzazioni del firewall

Per le installazioni con un nodo singolo:

  • Lo script setup_single_node.sh nel programma di installazione non modifica le regole del firewall.
  • Assicurarsi che nelle regole del firewall sia consentito l'accesso alla porta 443 per tutti i sistemi appropriati (Salt Master, utenti dell'interfaccia basata su Web, sistemi remoti che richiamano l'API (RaaS) e così via).

Passaggi successivi

Una volta completato il processo di installazione con un nodo singolo, è necessario completare diversi passaggi successivi all'installazione: