È possibile eseguire la migrazione di un'istanza di vRealize Orchestrator a nodo singolo incorporata in vRealize Automation 7.x verso una distribuzione di vRealize Orchestrator 8.x incorporata.

La migrazione trasferisce una configurazione di vRealize Orchestrator 7.x incorporata al proprio ambiente vRealize Orchestrator 8.x. Questa migrazione comporta la sovrascrittura di tutti gli elementi esistenti nel proprio ambiente vRealize Orchestrator versione 8.x.

È possibile eseguire la migrazione utilizzando lo script vro-migrate fornito in bundle con l'appliance di vRealize Orchestrator.
Nota: Lo script di migrazione interrompe automaticamente i servizi di vRealize Orchestrator. Potrebbe essere necessario pianificare una finestra di manutenzione per l'ambiente vRealize Automation di origine.

Prerequisiti

  • La migrazione è supportata per vRealize Orchestrator 7.3 incorporato o versione successiva.
  • Eseguire il backup dell'ambiente vRealize Automation di destinazione.
  • Verificare che l'accesso SSH sia abilitato nell'istanza di vRealize Automation di origine e nell'ambiente vRealize Automation di destinazione.
  • Assicurarsi che il database di vRealize Automation di origine sia accessibile dall'ambiente vRealize Automation di destinazione.

Procedura

  1. Accedere alla riga di comando dell'appliance di vRealize Orchestrator dell'ambiente di destinazione tramite SSH in qualità di root.
  2. Per avviare la migrazione, eseguire lo script vro-migrate.
  3. Seguire i prompt dei comandi per fornire il nome di dominio completo (FQDN) e le credenziali dell'istanza di vRealize Orchestrator di origine.
  4. (Facoltativo) Per seguire lo stato di avanzamento della migrazione, accedere al registro di migrazione:
    1. Accedere alla riga di comando dell'appliance di vRealize Orchestrator di destinazione su una sessione SSH separata in qualità di root.
    2. Eseguire il comando tail -f /var/log/vro-migration.log.
    Il processo di migrazione ha inizio. Quando la migrazione termina, viene visualizzata una notifica sull'appliance di vRealize Orchestrator di destinazione.
  5. (Facoltativo) Al termine del processo di migrazione, accedere all'appliance vRealize Orchestrator di origine e riavviare i servizi vco-server e vco-configurator.
    Nota: Il riavvio dei servizi di vRealize Orchestrator garantisce l'accesso alla distribuzione 7.x dopo la migrazione. Dopo il riavvio, passare alla scheda Servizi nel vRealize Automation di origine e verificare che i servizi di vRealize Orchestrator siano registrati.
  6. Accedere all'appliance vRealize Automation di destinazione tramite SSH, eseguire kubectl get pods -n prelude e verificare che l'appliance vRealize Orchestrator indichi 3/3.
    Nota: Potrebbe essere necessario attendere fino a 20 minuti prima di eseguire il comando kubectl get pods -n prelude.
  7. Verificare che vRealize Orchestrator sia accessibile nell'ambiente vRealize Automation di destinazione.