Lo strumento Assistente migrazione di vRealize Automation 8 presenta le seguenti limitazioni di rete.

  • È possibile impostare un solo CIDR e utilizzare solo gli intervalli di IP corrispondenti.
  • La dimensione di CIDR e subnet potrebbe non essere accurata. È possibile correggerla modificando le dimensioni nel profilo di rete dopo la migrazione.
  • vRealize Automation 8 supporta solo Infoblox. Non sono supportati altri IPAM di terze parti. Tutti gli altri IPAM di terze parti devono essere trasferiti all'SDK IPAM di vRealize Automation 8 dall'utente.
  • Lo strumento Assistente migrazione di vRealize Automation 8 non supporta i blueprint con un componente di rete privata che non contiene un profilo di rete privata per la migrazione.
  • Le allocazioni IP per le macchine virtuali e le macchine virtuali di cui è stato eseguito l'onboarding vengono controllate durante la migrazione della distribuzione e allocate in base alle risorse di cui è stato eseguito l'onboarding in vRealize Automation 8. Se si esegue solo la migrazione dell'infrastruttura di origine e non delle distribuzioni, è possibile che il provisioning delle macchine virtuali non riesca a causa della mancata migrazione e allocazione degli indirizzi IP di origine in base alle risorse di vRealize Automation 8 di cui è stato eseguito l'onboarding.
  • Dopo la migrazione a vRealize Automation 8, tutte le informazioni IPAM vengono migrate. Tuttavia, le operazioni giorno 2, come l'eliminazione delle distribuzioni, rilasciano gli indirizzi IP da un IPAM esterno solo per le distribuzioni che contengono profili di rete esterni. Per le distribuzioni contenenti reti su richiesta, è necessario rimuovere manualmente l'indirizzo IP da IPAM. In alternativa, è possibile creare una sottoscrizione per rimuovere l'IP da IPAM.
  • Se gli indirizzi IP non vengono allocati durante la migrazione dei profili di rete, vengono allocati durante la migrazione della distribuzione.