Le zone Kubernetes consentono agli amministratori del cloud di definire il posizionamento basato su criteri di cluster e spazi dei nomi Kubernetes e gli spazi dei nomi supervisore utilizzati nelle distribuzioni di vRealize Automation Cloud Assembly. Un amministratore può utilizzare questa pagina per specificare quali cluster sono disponibili per il provisioning degli spazi dei nomi Kubernetes e quali proprietà sono accettabili per i cluster.

Gli amministratori del cloud possono associare le zone Kubernetes agli account cloud TKGI configurati per Cloud Assembly oppure a cluster Kubernetes esterni non associati a un progetto.

Quando si crea una zona Kubernetes, è possibile assegnare più risorse specifiche del provider alla zona e queste risorse indicheranno le proprietà che possono essere impostate per i cluster appena sottoposti a provisioning in termini di numero di worker, master, CPU disponibile, memoria e altre impostazioni di configurazione. Per i provider TKGI, queste corrispondono ai piani TKGI. Un amministratore può anche assegnare più cluster a una zona Kubernetes che verrà utilizzata per il posizionamento degli spazi dei nomi Kubernetes appena sottoposti a provisioning. L'amministratore può assegnare solo i cluster non sottoposti a onboarding o non gestiti da CMX e che sono stati sottoposti a provisioning tramite il provider di cluster preselezionato. L'amministratore può assegnare più zone Kubernetes a un singolo progetto, rendendole quindi tutte disponibili per le operazioni di posizionamento che si verificano all'interno del progetto.

Un amministratore del cloud può assegnare le priorità in più livelli.

  • Priorità della zona Kubernetes all'interno di un progetto.
  • Priorità della risorsa all'interno di una zona Kubernetes.
  • Priorità del cluster all'interno di una zona Kubernetes.

L'amministratore del cloud può anche assegnare tag a più livelli:

  • Tag di funzionalità per zona Kubernetes.
  • Tag per assegnazione risorsa.
  • Tag per assegnazione cluster.

È possibile creare zone Kubernetes con spazi dei nomi supervisore in vSphere nello stesso modo in cui si utilizzano spazi dei nomi Kubernetes generici. Per aggiungere uno spazio dei nomi supervisore a una zona Kubernetes, è necessario associare la zona a un endpoint vSphere 7 che contenga le risorse dello spazio dei nomi Pacific desiderate.

Service Broker contiene una versione della pagina Zona Kubernetes per consentire agli amministratori di Service Broker di accedere alle zone Kubernetes esistenti affinché possano creare criteri di posizionamento per gli spazi dei nomi Kubernetes e i cluster sottoposti a provisioning dal catalogo.

Prerequisiti

Configurare l'integrazione con una distribuzione di VMware Tanzu Kubernetes Grid Integrated Edition (TKGI) appropriata. Vedere Configurazione dell'integrazione di VMware Tanzu Kubernetes Grid Integrated Edition in vRealize Automation Cloud Assembly.

Procedura

  1. Selezionare Infrastruttura > Configura > Zona Kubernetes e fare clic su Nuova zona Kubernetes.
  2. Immettere il nome dell'Account dell'integrazione TKGI a cui si desidera applicare questa zona.
    Definisce l'account cloud o l'endpoint associato alla zona. È possibile assegnare un solo endpoint a ciascuna zona. Se si sta utilizzando lo spazio dei nomi supervisore in vSphere, qui è possibile selezionare solo istanze di vSphere che contengono spazi dei nomi supervisore.
  3. Aggiungere un Nome e una Descrizione per la zona Kubernetes.
  4. Aggiungere i tag di funzionalità, se pertinenti. Vedere Utilizzo di tag di funzionalità in vRealize Automation Cloud Assembly per ulteriori informazioni.
  5. Fare clic su Salva.
  6. Fare clic sulla scheda Su richiesta e aggiungere i piani TKGI appropriati per la zona da utilizzare per il provisioning del cluster.
    È possibile selezionare uno o più piani e assegnare priorità a tali piani. Ai numeri più bassi corrispondono priorità più alte. Le assegnazioni di priorità sono secondarie alla selezione basata su tag.
  7. Fare clic sulla scheda Cluster e quindi sul pulsante Aggiungi elaborazione per aggiungere cluster Kubernetes o supervisore alla zona. Se si utilizza un cluster esterno, viene automaticamente sottoposto a onboarding in vRealize Automation Cloud Assembly quando lo si seleziona.
    È possibile aggiungere spazi dei nomi Kubernetes al cluster nella pagina Cluster Kubernetes in vRealize Automation Cloud Assembly.

risultati

Le zone Kubernetes sono configurate per l'utilizzo con le distribuzioni di vRealize Automation Cloud Assembly.

Operazioni successive

Assegnare la zona Kubernetes a un progetto.

  1. Scegliere Infrastruttura > Amministrazione > Progetti e quindi selezionare il progetto da associare alla zona Kubernetes.
  2. Fare clic sulla scheda Provisioning Kubernetes nella pagina Progetto.
  3. Fare clic su Aggiungi zona Kubernetes e aggiungere la zona appena creata. Se applicabile, è possibile specificare più zone e impostare la loro priorità.
  4. Fare clic su Salva.

La scheda Provisioning Kubernetes della pagina Progetto di vRealize Automation Cloud Assembly consente di impostare limiti al tipo e al numero di spazi dei nomi di cui gli utenti possono eseguire il provisioning in una zona Kubernetes. È inoltre possibile selezionare il tipo di spazi dei nomi di cui è possibile eseguire il provisioning in una zona, ovvero spazi dei nomi regolari o spazi dei nomi supervisore. La tabella Zone Kubernetes nella scheda Provisioning Kubernetes contiene colonne che mostrano le impostazioni dei limiti correnti. Per impostare i limiti, fare clic sulla zona applicabile nella tabella per aprire una finestra di dialogo che consenta di scegliere i limiti dello spazio dei nomi e dello spazio dei nomi supervisore.

Fare clic nella colonna Supporti nella tabella Zone Kubernetes per selezionare il tipo di spazio dei nomi di cui è possibile eseguire il provisioning per la zona.

Dopo aver assegnato una zona Kubernetes a un progetto, è possibile utilizzare la pagina Modelli cloud nella scheda Progettazione di vRealize Automation Cloud Assembly per eseguire il provisioning di una distribuzione in base alla zona Kubernetes e alla configurazione del progetto. Nella pagina Modelli cloud sono presenti opzioni per aggiungere un cluster K8S, uno spazio dei nomi K8S e uno spazio dei nomi supervisore. Selezionare l'opzione appropriata per la risorsa Kubernetes che si sta utilizzando.