Oltre alle risorse del modello cloud di vRealize Automation Cloud Assembly utilizzate durante la creazione dei modelli cloud, è anche possibile creare risorse personalizzate.

Le risorse personalizzate sono oggetti di vRealize Orchestrator gestiti tramite vRealize Automation con i workflow dell'operazione della risorsa principale definita. Il servizio del modello cloud richiama automaticamente i workflow di vRealize Orchestrator appropriati quando viene attivata un'operazione di creazione o eliminazione. È possibile estendere la funzionalità del tipo di risorsa selezionando anche i workflow di vRealize Orchestrator che possono essere utilizzati come operazioni del giorno 2.

Questo caso d'uso utilizza i workflow integrati forniti nella libreria di vRealize Orchestrator. Include stringhe o valori prescrittivi che dimostrano come eseguire il processo. È possibile modificarli per adattarli all'ambiente in uso.

A scopo di riferimento, questo caso d'uso utilizza un progetto denominato DevOpsTesting. È possibile sostituire questo progetto di esempio con qualsiasi progetto nell'ambiente in uso.

Prerequisiti

  • Verificare di aver configurato un'integrazione di vRealize Orchestrator. Vedere Configurazione di un'integrazione di vRealize Orchestrator in Cloud Assembly.
  • Verificare che i workflow utilizzati per le azioni di creazione, aggiornamento, eliminazione e giorno 2 esistano e vengano eseguiti correttamente in vRealize Orchestrator.
  • In vRealize Orchestrator, individuare il tipo di risorsa utilizzato dai workflow. I workflow inclusi in questa risorsa personalizzata devono utilizzare lo stesso tipo di risorsa. In questo caso d'uso, il tipo di risorsa è AD:User. Per ulteriori informazioni sulla convalida dei tipi di risorse, vedere Tipi di risorse personalizzate per i modelli cloud di vRealize Automation Cloud Assembly.
  • Utilizzando i workflow di Active Directory incorporati nell'integrazione di vRealize Orchestrator, configurare un server di Active Directory.
  • Assicurarsi di essere in grado di configurare e distribuire il modello cloud di una macchina.

Procedura

  1. Creare una risorsa personalizzata di Active Directory per l'aggiunta di un utente in un gruppo.
    Questo passaggio aggiunge la risorsa personalizzata alla tela di progettazione del modello cloud come tipo di risorse.
    1. In vRealize Automation Cloud Assembly, selezionare Progettazione > Risorse personalizzate, quindi fare clic su Nuova risorsa personalizzata.
    2. Specificare i valori seguenti.

      Tenere presente che, ad eccezione dei nomi dei workflow, si tratta di valori di esempio.

      Impostazione Valore di esempio
      Nome AD user

      Questo è il nome visualizzato nella tavolozza delle risorse dei modelli cloud.

      Tipo di risorsa Custom.ADUser

      Il tipo di risorsa deve iniziare con Custom. e ogni tipo di risorsa deve essere univoco.

      Sebbene l'inclusione di Custom. non sia convalidata nella casella di testo, la stringa viene aggiunta automaticamente se viene rimossa.

      Questo tipo di risorsa viene aggiunto alla tavolozza dei tipi di risorse affinché sia possibile utilizzarla nel modello cloud.

    3. Per abilitare questo tipo di risorsa nell'elenco dei tipi di risorse dei modelli cloud, verificare che l'opzione Attiva sia attivata.
    4. Selezionare l'impostazione Ambito che rende il tipo di risorsa disponibile per qualsiasi progetto.
    5. Selezionare i workflow che definiscono la risorsa e le azioni giorno 2.
      Nota: I workflow del giorno 2 selezionati devono avere un parametro di input dello stesso tipo del tipo esterno. L'input del tipo esterno non viene visualizzato nel modulo personalizzato del giorno 2 richiesto dall'utente, poiché viene automaticamente associato alla risorsa personalizzata.
      Impostazione Valore di esempio
      Azioni del ciclo di vita - Crea Selezionare il workflow Crea utente con password in un'unità organizzativa.

      Se si dispone di più integrazioni di vRealize Orchestrator, selezionare il workflow nell'istanza di integrazione utilizzato per eseguire queste risorse personalizzate.

      Dopo aver selezionato il workflow, il menu a discesa Tipo esterno diventa disponibile e viene impostato automaticamente su AD:User.

      Nota: Un tipo di origine esterna può essere utilizzato solo una volta se condiviso e una volta per progetto. In questo caso d'uso, si sta fornendo la stessa risorsa personalizzata per tutti i progetti. Ciò significa che non è possibile utilizzare AD:User per qualsiasi altro tipo di risorsa per tutti i progetti. Se sono presenti altri workflow che richiedono il tipo AD:User, è necessario creare singole risorse personalizzate per ogni progetto.
      Azioni del ciclo di vita - Elimina Selezionare il workflow Elimina utente.
      Azioni aggiuntive Selezionare il workflow Modifica password utente.
      Per modificare il modulo di richiesta dell'azione a cui l'utente risponde quando richiede l'azione, fare clic sull'icona Parametri richiesta.
      Nota: Per ulteriori workflow di azione, verificare che il workflow disponga di un parametro di input dello stesso tipo del tipo esterno.

      In questo esempio, non è presente alcuna applicazione appropriata di un workflow di aggiornamento. Un esempio comune di un workflow di aggiornamento, che apporta modifiche alla risorsa personalizzata sottoposta a provisioning, è rappresentato dalla scalabilità verticale oppure orizzontale di una distribuzione.

    6. Rivedere la chiave dello schema e i valori del tipo nella scheda Proprietà per comprendere gli input del workflow e configurarli nel modello cloud.
      Lo schema elenca i valori di input obbligatori e facoltativi definiti nel workflow. I valori di input richiesti sono inclusi nel file YAML del modello cloud.

      Nel workflow Crea utente, accountName, displayName e ouContainer sono valori di input obbligatori. Le altre proprietà dello schema non sono obbligatorie. È inoltre possibile utilizzare lo schema per determinare dove si desidera creare associazioni con altri valori di campi, workflow o azioni. Le associazioni non sono incluse in questo caso d'uso.

    7. Per completare la creazione della risorsa personalizzata, fare clic su Crea.
  2. Creare un modello cloud che aggiunga l'utente a una macchina durante la distribuzione.
    1. Selezionare Progettazione > Modelli cloud e fare clic su Nuovo da > Tela vuota.
    2. Assegnare al modello cloud il nome Macchina con un utente AD.
    3. Selezionare il progetto DevOpsTesting e fare clic su Crea.
    4. Aggiungere e configurare una macchina vSphere.
    5. Dall'elenco di risorse personalizzate a sinistra della pagina di progettazione del modello cloud, trascinare il tipo di risorse AD user sulla tela.
      Nota: È possibile selezionare la risorsa personalizzata scorrendo verso il basso e selezionandola dal riquadro a sinistra oppure cercandola nella casella di testo Cerca tipi di risorse. Se la risorsa personalizzata non viene visualizzata, fare clic sul pulsante Aggiorna accanto alla casella di testo Cerca tipi di risorse.
    6. A destra, modificare il codice YAML per aggiungere la password e i valori di input obbligatori.
      Aggiungere una sezione inputs nel codice affinché gli utenti possano fornire il nome degli utenti che stanno aggiungendo. Nell'esempio seguente, alcuni di questi valori sono dati di esempio. I valori potrebbero essere diversi.
      inputs:
        accountName:
          type: string
          title: Account name
          encrypted: true   
        displayName:
          type: string
          title: Display name   
        password:
          type: string
          title: Password
          encrypted: true 
        confirmPassword:
          type: string
          title: Password
          encrypted: true   
        ouContainer: 
          type: object
          title: AD OU container
          $data: 'vro/data/inventory/AD:OrganizationalUnit'
          properties:
              id:
                  type: string
              type:
                  type: string    
      
    7. Nella sezione resources, aggiungere il codice ${input.input-name} per richiedere la selezione dell'utente.
      resources:
        Custom_ADUser_1:
          type: Custom.ADUser
          properties:
              accountName: '${input.accountName}'
              displayName: '${input.displayName}'
              ouContainer: '${input.ouContainer}'
              password: '${input.password}'
              confirmPassword: '${input.confirmPassword}'       
              
  3. Distribuire il modello cloud.
    1. Nella pagina del progettista del modello cloud, fare clic su Distribuisci.
    2. Nel campo Nome della distribuzione, immettere AD User Scott.
    3. Selezionare la versione del modello cloud in Versione modello cloud, quindi fare clic su Avanti.
    4. Completare gli input della distribuzione.
    5. Fare clic su Distribuisci.
  4. Monitorare il processo di provisioning per assicurarsi che l'utente venga aggiunto ad Active Directory.
    1. Fare clic su Distribuzioni e individuare la distribuzione AD User Scott.
    2. Monitorare lo stato della richiesta e verificarne la corretta distribuzione.
    3. Verificare che l'azione di modifica della password sia disponibile e funzionante.

Operazioni successive

Quando il modello cloud testato è in uso, è possibile iniziare a utilizzare la risorsa personalizzata AD user con altri modelli cloud.