Se si dispone di una licenza cloud attiva di vRealize Automation Cloud, si è idonei per un'integrazione cloud di SaltStack Config. È possibile richiedere un'integrazione cloud di SaltStack Config utilizzando la console di VMware Cloud Services.

Nota: La distribuzione cloud di SaltStack Config non include l'accesso SSH, ma è possibile utilizzare i comandi curl o distribuire gli stati di Salt per apportare modifiche al Salt Master.

Il cloud di SaltStack Config è un'istanza a nodo singolo in grado di supportare circa 2500 minion.

Aree di proprietà per il cloud di SaltStack Config

VMware gestisce l'istanza del cloud di SaltStack Config che include:
  • Database (PostgreSQL e Redis)
  • API RaaS
  • Interfaccia utente di SaltStack Config

L'utente è responsabile della gestione della distribuzione, dell'aggiornamento e della rimozione delle autorizzazioni dei Salt Master e dei minion Salt.I Salt Master e i minion Salt possono essere distribuiti nei provider di cloud pubblici, in locale o in un'altra soluzione ospitata. La posizione di distribuzione dipende dalle esigenze dell'infrastruttura.

Richiesta di un'integrazione cloud di SaltStack Config

  1. Accedere alla console VMware Cloud Services all'indirizzo https://console.cloud.vmware.com/.
  2. Aprire una nuova Richiesta di assistenza. Vedere Come ricevere supporto per istruzioni più dettagliate sull'apertura di una richiesta di supporto.
  3. Nella richiesta di assistenza, includere le seguenti informazioni:
    • ID dell'organizzazione
    • Email di contatto
    • Indirizzi IP dei dispositivi che devono accedere a SaltStack Config
    • Indirizzi IP dell'intervallo CIDR dell'IP pubblico per l'SDDC (data center definito da software) in cui si trova il Salt Master

Dopo l'invio di questa richiesta di supporto, un team di VMware distribuisce l'istanza cloud di SaltStack Config entro 24 ore. Al termine della distribuzione, si riceverà un'e-mail di conferma contenente i dettagli della nuova istanza del cloud di SaltStack Config.

Richiesta di modifica della configurazione di SaltStack Config

Poiché l'istanza cloud di SaltStack Config non include l'accesso SSH, tutte le modifiche della configurazione richiedono un'altra richiesta di supporto tramite lo stesso processo illustrato nella sezione precedente.

Nella richiesta di supporto, includere:

  • ID dell'organizzazione
  • Eventuali file di stato che devono essere applicati
  • Una descrizione delle modifiche richieste

Per un servizio più rapido, indicare il percorso del file che si desidera modificare ed elencare le modifiche in coppie chiave-valore. Ad esempio, se è necessario modificare il file di configurazione RaaS per aggiornare le impostazioni di configurazione sseapi_command_age_limit e sseapi_ssl_validate_cert, il formato della richiesta deve essere simile a quello dell'esempio seguente:

File: /etc/salt/master.d/raas.conf
 
Values that need to be changed
sseapi_command_age_limit: 86400
sseapi_ssl_validate_cert: False
Nota: L'attivazione del componente aggiuntivo vRA SaltStack SecOps è una modifica della configurazione di SaltStack e deve seguire lo stesso processo descritto in questa sezione.

Risoluzione dei problemi relativi alle integrazioni cloud

Se il completamento della nuova distribuzione richiede più di 24 ore o se alcuni elementi della distribuzione non funzionano come previsto, è possibile eseguire l'escalation della richiesta al Supporto globale.