Le opzioni di configurazione per le zone private virtuali sono cambiate in Cloud Assembly. È possibile aggiornare o utilizzare zone private virtuali legacy nelle versioni correnti di vRealize Automation Cloud.

Nella versione iniziale delle zone private virtuali, gli utenti configuravano mappature di immagini e caratteristiche all'interno delle zone private virtuali utilizzando la pagina VPZ in Cloud Assembly. Nelle versioni più recenti di vRealize Automation Cloud, gli utenti creano mappature di immagini e caratteristiche in base al tenant, aumentando l'efficienza e la flessibilità di configurazione soprattutto nelle distribuzioni con un numero elevato di tenant. Sebbene non sia possibile eseguire la migrazione di queste zone private virtuali legacy, sono disponibili diverse opzioni per utilizzarle con versioni più recenti di vRealize Automation Cloud.

La prima opzione, quella più flessibile, consiste nell'eliminare le mappature di immagini e caratteristiche legacy dalle zone private virtuali precedenti e riconfigurarle con nuove mappature create nella pagina Gestione tenant.

  1. Selezionare Infrastruttura > Configura > Zone private virtuali per aprire la pagina VPZ.
  2. Selezionare Mappatura immagine per visualizzare la mappatura esistente.
  3. Selezionare le mappature e fare clic per eliminarle.
  4. Selezionare Mappatura immagine per visualizzare la mappatura esistente.
  5. Selezionare le mappature e fare clic per eliminarle.
  6. Chiudere la pagina VPZ.
  7. Selezionare Mappatura tenant e selezionare una mappatura globale per i tenant applicabili o creare una mappatura specifica del tenant.

In alternativa, è possibile utilizzare le zone private virtuali legacy con versioni più recenti di vRA nella propria configurazione esistente. Le mappature di immagini e caratteristiche legacy continueranno a funzionare come configurate, ma le relative opzioni di configurazione verranno lette solo nella pagina VPZ. Questa opzione offre meno flessibilità rispetto alla prima opzione.