L'amministratore del cloud può impostare valori che controllano il modo in cui le risorse vengono allocate per le distribuzioni per l'intera organizzazione.

Sebbene sia possibile utilizzare i criteri di posizionamento nelle zone cloud e nei progetti per controllare la distribuzione dei carichi di lavoro al momento della distribuzione, i metodi presentati qui vengono utilizzati per impedire la sovra-allocazione e impostare i limiti a livello di organizzazione.

Operazioni preliminari

Prevenzione dell'allocazione della memoria

Alcuni sistemi consentono di distribuire le risorse anche se l'host o il cluster non dispongono di risorse sufficienti. Ad esempio, si distribuisce correttamente una macchina virtuale, ma non è possibile attivarla a causa di una mancanza di archivio o memoria.

Per evitare la distribuzione di risorse che non è possibile attivare, è possibile impostare la proprietà di configurazione PREVENT_COMPUTE_MEMORY_OVERALLOCATION su TRUE. Questa modifica garantisce che vRealize Automation Cloud tenga traccia della quantità di memoria allocata su ciascun host o cluster. Quindi, si avvale di tale valore per impedire il provisioning a host o cluster completamente utilizzati, impedendo la sovra-allocazione. La memoria allocata viene calcolata sommando tutte le macchine virtuali gestite nell'host o nel cluster. Le macchine virtuali rilevate che non sono ancora state sottoposte a onboarding non vengono conteggiate.

Questa è una proprietà globale.

  1. Per aggiungere la proprietà, passare a https://<your_vRA_URL>/iaas/api/swagger/ui/#/Property/patchConfigurationProperty.
  2. Fare clic su Prova.
  3. Per value, immettere true.
  4. Per key, immettere PREVENT_COMPUTE_MEMORY_OVERALLOCATION.
  5. Fare clic su Esegui.

Per reimpostare la proprietà di prevenzione e consentire l'allocazione, impostare il valore su false.

Impostare i limiti di allocazione della memoria

È possibile impostare un valore percentuale utilizzato come quantità massima di memoria per un host o un cluster. Questo valore è il limite di allocazione. È possibile impostare un valore conservativo inferiore al 100%. È inoltre possibile impostare un valore superiore al 100% se si sa bene come vengono allocate le risorse e si desidera ottimizzare il limite.

Ad esempio, si dispone di un host o di un cluster con 100 GB di memoria totale e si imposta il valore al 50%. vRealize Automation Cloud considera che l'host dispone di 50 GB di memoria totale. In alternativa, è possibile impostare il valore su 120%. vRealize Automation Cloud considera quindi che l'host dispone di 120 GB di memoria.

È possibile impostare una proprietà globale e una proprietà specifica dell'host o del cluster. Qualsiasi impostazione di valore specifica dell'host o del cluster ha la precedenza sull'impostazione globale. Ciò consente di impostare un valore predefinito globale e quindi impostare un valore più rifinito per host o cluster specifici.

Per impostare il limite globale:

  1. Per aggiungere la proprietà, passare a https://<your_vRA_URL>/iaas/api/swagger/ui/#/Property/patchConfigurationProperty.
  2. Fare clic su Prova.
  3. Per value, immettere 50.
  4. Per key, immettere DEFAULT_MAX_ALLOWED_COMPUTE_MEMORY_ALLOCATION_PERCENT.
  5. Fare clic su Esegui.

Per impostare un limite di host e cluster:

  1. Per recuperare l'ID dell'host o del cluster, a cui si fa riferimento nell'API come elaborazioni della struttura, passare a https://<your_vRA_URL>/iaas/api/swagger/ui/#/Fabric%20Compute/getFabricComputes e fare clic su Prova.
  2. Individuare e copiare l'ID dell'host o del cluster a cui si desidera applicare il limite.
  3. Per aggiungere la proprietà, passare a https://<your_vRA_URL>/iaas/api/swagger/ui/#/Fabric%20Compute/updateFabricCompute.
  4. Fare clic su Prova.
  5. Immettere l'ID dell'host o del cluster che è stato recuperato utilizzando il comando Ottieni.
  6. Immettere la proprietà e il valore.

    Ad esempio, "maximumAllowedMemoryAllocationPercent": 120

  7. Fare clic su Esegui.