È possibile aggiornare il proxy di estendibilità cloud distribuito in modo da poter accedere alle funzionalità più recenti per vRealize Orchestrator e alle integrazioni delle azioni di estendibilità locali.

L'aggiornamento del proxy di estendibilità cloud è supportato solo se si utilizza un proxy scaricato e distribuito durante il rilascio di vRealize Automation Cloud di dicembre 2020 o versione successiva.

Prerequisiti

  1. Scaricare l'immagine ISO dell'aggiornamento passando alla pagina MyVMware Patch Downloads e selezionando vRealize Automation Cloud Extensibility Proxy nell'elenco delle patch dei prodotti disponibili. Per ulteriori informazioni sull'accesso a MyVMware Patch Downloads, vedere KB 80305.
  2. Connettere l'unità CD-ROM della macchina virtuale del proxy di estendibilità cloud in vSphere. Vedere la documentazione Amministrazione delle macchine virtuali vSphere.
    Nota: Dopo aver connesso l'unità CD-ROM, passare alla pagina delle impostazioni della macchina virtuale del proxy di estendibilità cloud e verificare che l'opzione Connetti all'accensione sia abilitata.
  3. Montare l'immagine ISO nell'unità CD-ROM della macchina virtuale del proxy di estendibilità cloud in vSphere. Vedere la documentazione Amministrazione delle macchine virtuali vSphere.

Procedura

  1. Accedere alla riga di comando del proxy di estendibilità cloud come root.
  2. Eseguire il comando blkid e prendere nota del nome del dispositivo per l'unità CD-ROM del proxy di estendibilità cloud.
  3. Montare l'unità CD-ROM.
    mount /dev/xxx /mnt/cdrom
  4. Eseguire il backup del proxy di estendibilità cloud acquisendo uno snapshot della macchina virtuale. Vedere Creazione di uno snapshot di una macchina virtuale.
    Attenzione: Al momento, il proxy di estendibilità cloud non supporta snapshot della memoria. Prima di creare lo snapshot del proxy di estendibilità cloud, verificare che l'opzione Snapshot della memoria della macchina virtuale sia disabilitata.
  5. Per avviare l'aggiornamento, eseguire il comando vracli upgrade exec -y --repo cdrom://.
    Durante l'aggiornamento, si viene disconnessi automaticamente dal terminale, perché il proxy di estendibilità cloud viene riavviato.
  6. Accedere alla riga di comando del proxy di estendibilità cloud come root e controllare l'avanzamento dell'aggiornamento eseguendo il comando vracli upgrade status --follow.
    Attenzione: Il comando vracli upgrade status --follow può occasionalmente causare la visualizzazione di un falso messaggio di errore che indica che l'aggiornamento non è riuscito. Per risolvere questo problema, vedere il passaggio 7.
  7. (Facoltativo) Se viene visualizzato un messaggio di errore durante l'esecuzione del comando vracli upgrade status --follow , procedere come segue:
    1. Verificare che venga visualizzato il seguente messaggio di errore:
      Esecuzione del controllo dello stato dopo l'aggiornamento di nodi e pod. Controllo di stato dopo l'aggiornamento di nodi e pod non riuscito. ... Aggiornamento terminato a causa di un errore critico. Seguire la guida all'aggiornamento per ripristinare il sistema. ...
      
    2. Passare a /var/log/vmware/prelude/upgrade-report-latest e verificare che venga visualizzato l'errore seguente:
      Pod: vco-app-xxxx is not in Ready or Completed state. All pods must be in either of these states
      
    3. Eseguire il comando kubectl get pods -n prelude -w | grep -E 'vco|orchestration-ui' e verificare che lo stato di tutti e tre i pod vco-app e del pod orchestration-up-app sia RUNNING.
      Nota: Dopo la visualizzazione del messaggio di errore, possono essere necessari fino a 5-10 minuti prima che tutti i pod passino allo stato RUNNING.
      orchestration-ui-app-xxxx    1/1     Running   0          5h42m
      vco-app-xxxx              3/3     Running   0          5h47m
      
    4. Eseguire il comando curl -k https://<cloud extensibliy proxy FQDN>/vco/api/healthstatus e verificare che il controllo dello stato restituisca uno stato RUNNING valido.
      {"state":"RUNNING","health-status":{"state":"OK","time":1615296823325},"instance-id":"cloud extensibility proxy FQDN"}
      Importante: Il comando precedente deve essere eseguito in un ambiente diverso dalla riga di comando del proxy di estendibilità cloud. È possibile eseguire il comando dalla riga di comando di un'altra macchina virtuale. È inoltre possibile visualizzare le informazioni sullo stato di integrità in un browser passando direttamente a https:// <cloud extensibility proxy FQDN>/vco/api/healthstatus.

risultati

Il proxy di estendibilità cloud è stato aggiornato alla versione più recente.