È possibile definire criteri dei limiti di distribuzione per controllare la quantità di risorse che le distribuzioni possono utilizzare quando gli utenti distribuiscono modelli cloud in Cloud Assembly e richiedono elementi del catalogo in Service Broker. I casi d'uso di questa procedura sono un'introduzione alla configurazione dei criteri dei limiti di distribuzione.

I limiti di distribuzione vengono applicati alle singole distribuzioni per i modelli cloud o gli elementi del catalogo. Se si desidera limitare le risorse a livello di utente, progetto oppure organizzazione, vedere Come configurare le quote delle risorse di Service Broker utilizzando i criteri.

In qualità di amministratore del cloud, è possibile limitare la memoria totale, il conteggio di CPU e il numero di macchine virtuali che possono essere utilizzate per distribuzione. È inoltre possibile limitare la memoria e il conteggio di CPU per le risorse specifiche della distribuzione, ad esempio le macchine all'interno di un modello cloud.

I limiti si applicano a tutte le distribuzioni nell'ambito del criterio. È possibile utilizzare i criteri per limitare l'ambito a una distribuzione specifica. In tal caso, il criterio si applica solo a tale distribuzione.

Come vengono applicati i criteri dei limiti di distribuzione?
  • Quando viene applicato il criterio, gli utenti possono eseguire il provisioning delle risorse di distribuzione in base ai limiti specificati.
  • È possibile applicare più criteri dei limiti di distribuzione. Se per una distribuzione sono definiti più criteri, viene applicato il valore di limite più basso per ogni risorsa.
  • Se sono definiti criteri di approvazione e criteri di quota delle risorse che influiscono sulle distribuzioni nell'ambito del criterio, i limiti di distribuzione vengono applicati prima degli altri tipi di criteri.
  • Se una distribuzione non richiede risorse, ad esempio la distribuzione di un workflow, il criterio non viene applicato in tale distribuzione.
  • I criteri dei limiti di distribuzione non sono supportati per i limiti di storage.
Quando vengono applicati i criteri dei limiti di distribuzione?
  • Un utente richiede un elemento del catalogo in Service Broker o un modello cloud in Cloud Assembly.
  • Un utente modifica una distribuzione o le relative risorse dei componenti.

In questo caso d'uso, sono disponibili tre definizioni di criteri che illustrano in che modo è possibile creare i criteri dei limiti di distribuzione e i risultati quando vengono applicati.

Procedura

  1. Selezionare Contenuto e criteri > Criteri > Definizioni > Nuovo criterio > Criterio limite distribuzione.
  2. Configurare il criterio del limite di distribuzione 1.
    In qualità di amministratore del cloud, si desidera limitare la quantità di risorse che le distribuzioni nell'organizzazione possono utilizzare.
    1. Definire la durata di validità del criterio.
      Impostazione Valore di esempio
      Scope Organizzazione

      Il criterio viene applicato a tutte le distribuzioni nell'organizzazione.

      Criteri Nessuna
    2. Definire i limiti di distribuzione.
      Risorsa Valore di limite di esempio
      CPU 200
      Conteggio VM 3
      Memoria 100GB
    In questo scenario, qualsiasi distribuzione nell'organizzazione può utilizzare fino a 200 CPU, 3 macchine virtuali e 100 GB di memoria in totale.
  3. Configurare il criterio del limite di distribuzione 2.
    In qualità di amministratore del progetto, si desidera applicare un controllo granulare alle risorse sottoposte a provisioning a livello di distribuzione in un progetto gestito.
    1. Definire la durata di validità del criterio.
      Impostazione Valore di esempio
      Scope Progetto = TestProj1

      Questo criterio viene applicato a tutte le distribuzioni nel progetto specificato.

      Criteri Nessuna
    2. Definire i limiti di distribuzione.
      Risorsa Valore di limite di esempio
      CPU 15
      Memoria 10GB
    In questo scenario, vengono valutate le risorse disponibili per le distribuzioni nell'ambito del progetto e vengono applicati sia il criterio 1 sia il criterio 2. Poiché in questo caso i valori di CPU e memoria sono inferiori nel criterio 2, viene applicato il criterio 2.
  4. Configurare il criterio del limite di distribuzione 3.
    In qualità di amministratore del cloud, si desidera controllare la quantità di risorse utilizzate quando un modello cloud specifico viene distribuito da chiunque nell'organizzazione. Si desidera inoltre definire i limiti per risorse di distribuzione specifiche nel modello cloud.
    1. Definire la durata di validità del criterio.
      Impostazione Valore di esempio
      Scope Organizzazione
      Criteri Cloud template equals Proj1Templ1

      Questo criterio viene applicato a tutte le distribuzioni nell'organizzazione sottoposte a provisioning dal modello cloud specificato.

    2. Definire i limiti di distribuzione.
      Risorsa Valore di limite di esempio
      CPU 15
      Conteggio VM 10
      Memoria 20GB
    3. Definire i limiti delle risorse di distribuzione.
      1. Definire un limite per tutte le distribuzioni sottoposte a provisioning dagli sviluppatori nell'organizzazione.
        Impostazione Valore di esempio
        Nome Limite risorse di distribuzione 1
        Criteri
        Tags has any 
            Key equals env 
            AND
            Value equals dev
        Limiti

        CPU = 5

        Memoria = 10 GB

      2. Definire i limiti per una macchina nel modello cloud.
        Impostazione Valore di esempio
        Nome Limite risorse di distribuzione 2
        Criteri
        Resource Type equals Cloud.vSphere.Machine
        Limiti

        CPU = 4

        Memoria = 8 GB

    In questo scenario, si applicano due livelli di governance.
    1. Quando un utente dell'organizzazione distribuisce il modello cloud Proj1Templ1, vengono valutate le risorse disponibili per l'intera distribuzione e vengono applicati tutti e tre i criteri esistenti. Vengono applicati i limiti di distribuzione più bassi tra i tre criteri.
      • Viene applicato il valore del limite della CPU definito nel criterio 3.
      • Viene applicato il valore del limite del conteggio delle macchine virtuali definito nel criterio 1.
      • Viene applicato il valore del limite di memoria definito nel criterio 2.
    2. Le risorse di distribuzione richieste vengono valutate rispetto a Limite risorse di distribuzione 1 e Limite risorse di distribuzione 2 e vengono applicati i limiti delle risorse di distribuzione. In questo caso, non sono presenti altri criteri che limitano queste risorse di distribuzione specifiche.

Operazioni successive