Il processo di attivazione di Quick cloud automation setup for VMware Cloud on AWS crea un set di oggetti iniziali in vRealize Automation Cloud, tra cui un elemento di catalogo e un modello cloud. Crea inoltre oggetti dell'infrastruttura come un progetto, un account VMware Cloud on AWS cloud, una zona cloud, mappature di caratteristiche/dimensioni, una rete per le distribuzioni, un profilo di rete e un profilo di storage.

Ad esempio, il profilo di storage contiene un datastore/cluster del carico di lavoro creato nell'SDDC come parte del processo di attivazione della versione di prova. Il profilo di rete contiene la singola rete per le distribuzioni che è stata creata anche come parte del processo di attivazione della versione di prova. Viene creata una mappatura delle caratteristiche di piccole, medie, grandi e grandissime dimensioni per semplificare i ridimensionamenti della distribuzione.

Quando si esaminano gli oggetti di vRealize Automation Cloud creati come parte del processo di attivazione della versione di prova, la denominazione si attiene allo schema seguente: <SDDC_name>-<unique task ID GUID>. È possibile modificare manualmente i nomi di questi oggetti in vRealize Automation Cloud.

Se è appena stata attivata la versione di prova, è possibile andare al passaggio 4. Se è stata attivata la versione di prova e non si è fatto clic immediatamente su Apri vRealize Automation Cloud nella scheda del componente aggiuntivo vRealize Automation Cloud nell'SDDC, iniziare con il passaggio 1.

Per i contenuti della guida di vRealize Automation Cloud, vedere Ulteriori informazioni su Quick cloud automation setup for VMware Cloud on AWS.

Questo esempio mostra i vari oggetti che vengono creati come parte del processo di attivazione della versione di prova di vRealize Automation Cloud. Tenta di spiegare cosa sono gli oggetti, cosa fanno e come sono stati derivati. Questo esempio non mostra gli oggetti esatti creati dall'attivazione univoca principalmente perché l'SDDC di origine non è identico a quello utilizzato per generare questi oggetti, ma è simile. L'intento è quello di utilizzare questo esempio come strumento per ottenere un certo livello di competenza di vRealize Automation Cloud.

Prerequisiti

Completare il processo di attivazione della versione di prova. Vedere Attivazione di Quick cloud automation setup for VMware Cloud on AWS.

Procedura

  1. Accedere alla console di VMware Cloud on AWS, aprire la pagina in cui sono elencati tutti gli SDDC e selezionare l'SDDC utilizzato come origine per la versione di prova di vRealize Automation Cloud.
  2. Nella pagina dell'SDDC selezionato, fare clic sulla relativa scheda Componenti aggiuntivi.

    Mostra la scheda Componenti aggiuntivi selezionata nell'SDDC aperto.

  3. Nella scheda del componente aggiuntivo vRealize Automation Cloud dell'SDDC, fare clic su Apri vRealize Automation Cloud.

    Visualizzazione del componente aggiuntivo vRA nella pagina dei componenti aggiuntivi dell'SDDC e del pulsante Apri vRealize Automation Cloud nel componente aggiuntivo vRA.

  4. Selezionare l'elemento del catalogo generato automaticamente in Service Broker.

    Distribuzione di esempio, o elemento del catalogo, visualizzato nel servizio vRA Service Broker.

    Se Service Broker non è visibile automaticamente, selezionare il selettore dei servizi (mostrato di seguito) e quindi selezionare VMware Service Broker per aprire Service Broker e visualizzare l'elemento del catalogo iniziale.

    Mostra il pannello della guida di vRA in cui l'utente può scegliere il servizio da aprire.

  5. Fare clic su Richiedi nell'elemento del catalogo e immettere il nome di una distribuzione, ad esempio test.

    Fare clic su Dimensioni macchina virtuale per visualizzare le dimensioni delle caratteristiche disponibili per la distribuzione.

    Mostra l'elemento del catalogo iniziale creato dall'attivazione della versione di prova.

    Fare clic su Modello di macchina virtuale per visualizzare tutti i modelli di dati raccolti dall'SDDC di origine. In questo esempio, l'SDDC di origine conteneva un solo modello, pertanto nell'elenco viene visualizzato un solo modello.

    Mostra il modello di macchina virtuale nell'elemento del catalogo iniziale creato dall'attivazione della versione di prova.

  6. Fare clic su Invia nell'elemento del catalogo per avviarne la distribuzione e aprire la pagina Distribuzioni.
    Mostra la pagina Distribuzioni con il catalogo iniziale in fase di distribuzione.
  7. Durante la distribuzione dell'elemento del catalogo, fare clic su Contenuti e criteri e aprire l'origine del contenuto iniziale che è stata creata in base all'SDDC di origine.
    Mostra l'origine del contenuto iniziale creata dall'attivazione della prova.
  8. Prendere nota del progetto iniziale generato dal processo di attivazione della versione di prova e fare clic su Convalida. Prima di generare un modello cloud dall'elemento del catalogo, fare clic su Annulla per esaminare alcuni altri aspetti del contenuto dell'elemento del catalogo prima di distribuire il modello cloud.

    Mostra la pagina dei dettagli dell'origine del contenuto.

  9. Fare clic su Criteri > Definizioni, esaminare il criterio di lease generato e fare clic su Annulla.

    Mostra la definizione del criterio di lease per l'elemento del catalogo iniziale.

  10. Esaminare il modello cloud creato dal processo di attivazione passando al servizio Cloud Assembly.

    Mostra la schermata di selezione del servizio Cloud Assembly dal selettore dei servizi del pannello della guida.

    Mostra il modello cloud iniziale in un elenco in Cloud Assembly.In seguito all'attivazione della versione di prova di vRealize Automation Cloud, esiste un modello cloud, con una versione che viene pubblicata automaticamente nel catalogo. Questo è il modello cloud per l'elemento del catalogo appena esaminato in Service Broker.

  11. Selezionare il modello cloud per aprirlo nella tela di progettazione e visualizzarlo sia graficamente che come codice.

    Mostra il modello cloud di esempio che include il codice del modello cloud.

    In questo esempio, viene illustrato un semplice componente della macchina vSphere con un riferimento all'immagine e una mappatura delle caratteristiche. imageRef è impostato come valore template: enum di photon2.0.with-network-tester e il valore flavor può essere uno qualsiasi dei valori size: enum (di piccole, medie, grandi grandissime dimensioni).

    Mostra il modello cloud di esempio che include il codice del modello cloud.

    In questo esempio, era presente un solo modello nell'SDDC di origine. Se nell'SDDC di origine fossero presenti più modelli, il codice del modello cloud conterrebbe più sezioni template:.

Operazioni successive

Per ulteriori informazioni sui servizi che comprendono vRealize Automation Cloud, vedere Ulteriori informazioni su Quick cloud automation setup for VMware Cloud on AWS.