vRealize Orchestrator è composto da tre livelli distinti, ovvero una piattaforma di orchestrazione che fornisce le funzionalità comuni richieste per uno strumento di orchestrazione, un'architettura di plug-in per integrare il controllo dei sottosistemi e una libreria di workflow. vRealize Orchestrator è una piattaforma aperta che può essere estesa con nuovi plug-in e contenuti e può essere integrata in architetture più grandi tramite una REST API.

vRealize Orchestrator include diverse funzionalità chiave che consentono di eseguire e gestire i workflow.

Persistenza
Un database PostgreSQL a livello di produzione viene utilizzato per archiviare le informazioni pertinenti, ad esempio processi, stati dei workflow e la configurazione di vRealize Orchestrator.
Gestione centralizzata
vRealize Orchestrator fornisce uno strumento centrale per gestire i processi. La piattaforma basata su server delle applicazioni, con la cronologia delle versioni completa, può archiviare script e primitive correlate al processo nello stesso percorso di storage. In questo modo, è possibile evitare script senza un adeguato controllo delle versioni e delle modifiche sui server.
Punti di controllo
Ogni passaggio di un workflow viene salvato nel database, che impedisce la perdita dei dati se è necessario riavviare il server. Questa funzionalità è particolarmente utile per i processi con esecuzione prolungata.
Centro di controllo
Centro di controllo è un portale basato sul Web che aumenta l'efficienza amministrativa delle istanze di vRealize Orchestrator offrendo un'interfaccia amministrativa centralizzata per le operazioni di runtime, il monitoraggio dei workflow e la correlazione tra le esecuzioni dei workflow e le risorse di sistema.
Controllo delle versioni
Tutti gli oggetti della piattaforma di vRealize Orchestrator hanno una cronologia delle versioni associata. La cronologia delle versioni è utile per la gestione delle modifiche di base durante la distribuzione dei processi nelle fasi o nelle posizioni dei progetti.
Integrazione Git
Con vRealize Orchestrator Client, è possibile integrare un repository Git per migliorare ulteriormente il controllo della versione e dell'origine dei contenuti di vRealize Orchestrator. Con Git, è possibile gestire lo sviluppo del workflow su più istanze di vRealize Orchestrator. Vedere Utilizzo di Git con vRealize Orchestrator Client nella guida Utilizzo di VMware vRealize Orchestrator Client.
Motore di script
Il motore JavaScript Mozilla Rhino offre un modo per creare blocchi predefiniti per la piattaforma di vRealize Orchestrator Client. Il motore di script è stato potenziato con il controllo delle versioni di base, il controllo del tipo di variabile, la gestione dello spazio dei nomi e la gestione delle eccezioni. Il motore può essere utilizzato nei seguenti blocchi predefiniti:
  • Azioni
  • Workflow
  • Criteri
Motore di workflow
Il motore di workflow consente di automatizzare i processi aziendali. Utilizza gli oggetti seguenti per creare un'automazione dettagliata del processo nei workflow:
  • Workflow e azioni che vRealize Orchestrator Client fornisce.
  • Blocchi predefiniti personalizzati creati dal cliente.
  • Oggetti che i plug-in aggiungono a vRealize Orchestrator Client.
Utenti, altri workflow, pianificazioni o criteri possono avviare i workflow.
Motore dei criteri
È possibile utilizzare il motore dei criteri per monitorare e generare eventi che reagiscono alle modifiche delle condizioni nel server di vRealize Orchestrator Client o in una tecnologia inserita. I criteri possono aggregare gli eventi dalla piattaforma o dai plug-in. Ciò consente di gestire le modifiche delle condizioni su una qualsiasi delle tecnologie integrate.
vRealize Orchestrator Client
È possibile creare, eseguire, modificare e monitorare i workflow con vRealize Orchestrator Client. È inoltre possibile utilizzare vRealize Orchestrator Client per gestire gli elementi azione, configurazione, criterio e risorsa. Vedere Utilizzo di vRealize Orchestrator Client.
Sviluppo e risorse
La pagina di destinazione di vRealize Orchestrator consente di accedere rapidamente alle risorse per poter sviluppare i propri plug-in, da utilizzare in vRealize Orchestrator. Sono inoltre disponibili informazioni sull'utilizzo della REST API di vRealize Orchestrator per inviare richieste al server di vRealize Orchestrator.
Sicurezza
vRealize Orchestrator offre le seguenti funzionalità di sicurezza avanzate:
  • Infrastruttura a chiave pubblica (PKI) per la firma e la crittografia dei contenuti importati ed esportati tra i server.
  • Digital Rights Management (DRM) per controllare il modo in cui i contenuti esportati possono essere visualizzati, modificati e ridistribuiti.
  • Transport Layer Security (TLS) per fornire comunicazioni crittografate tra vRealize Orchestrator Client, il server di vRealize Orchestrator e l'accesso HTTPS al front-end Web.
  • Gestione dei diritti di accesso avanzata per fornire il controllo dell'accesso ai processi e agli oggetti manipolati dai processi.
Crittografia
vRealize Orchestrator utilizza uno standard AES (Advanced Encryption Standard) compatibile con FIPS con una chiave di crittografia a 256 bit per la crittografia delle stringhe. La chiave di crittografia viene generata casualmente ed è univoca per tutte le appliance che non fanno parte di un cluster. Tutti i nodi di un cluster condividono una chiave di crittografia.