È possibile aggiornare la distribuzione di vRealize Orchestrator 8.0.1 o versione successiva alla versione più recente del prodotto utilizzando un'immagine ISO montata. L'aggiornamento di vRealize Orchestrator 7.x o versioni precedenti a vRealize Orchestrator 8.x non è supportato.

Prerequisiti

Scaricare e montare l'immagine ISO:
  1. Scaricare l'immagine ISO dal sito di download ufficiale di VMware.
  2. Connettere l'unità CD-ROM della macchina virtuale di vRealize Orchestrator Appliance in vSphere. Vedere la documentazione Amministrazione della macchina virtuale di vSphere.
    Nota: Dopo aver collegato l'unità CD-ROM, passare alla pagina delle impostazioni della macchina virtuale di vRealize Orchestrator Appliance e verificare che l'opzione Connetti all'accensione sia abilitata.
  3. Montare l'immagine ISO nell'unità CD-ROM della macchina virtuale di vRealize Orchestrator Appliance in vSphere. Vedere la documentazione Amministrazione della macchina virtuale di vSphere.

Procedura

  1. Accedere alla riga di comando di vRealize Orchestrator Appliance come root.
  2. Eseguire il comando blkid e prendere nota del nome del dispositivo per l'unità CD-ROM di vRealize Orchestrator Appliance.
  3. Montare l'unità CD-ROM.
    mount /dev/xxx /mnt/cdrom
    Importante: Per le distribuzioni di vRealize Orchestrator in cluster, è necessario eseguire i passaggi 2 e 3 in tutti i nodi del cluster.
  4. Eseguire il backup della distribuzione di vRealize Orchestrator creando uno snapshot di una macchina virtuale. Vedere Creazione di uno snapshot di una macchina virtuale.
    Attenzione: vRealize Orchestrator 8.x al momento non supporta gli snapshot della memoria. Prima di creare lo snapshot della distribuzione di vRealize Orchestrator, verificare che l'opzione Snapshot della memoria della macchina virtuale sia disabilitata.
  5. Per completare l'aggiornamento, eseguire il comando vracli upgrade exec -y --profile lcm --repo cdrom:// in uno dei nodi della distribuzione.
    Nota: Per le distribuzioni di vRealize Orchestrator autenticate con vSphere, immettere le credenziali dell'utente che ha registrato la distribuzione con il servizio vCenter Single Sign-On (SSO). In alternativa, è anche possibile esportare la password come variabile di ambiente. Questo può essere utile per gli scenari in cui si utilizza uno script automatizzato per eseguire l'aggiornamento di più distribuzioni di vRealize Orchestrator. Per esportare la password SSO, eseguire il comando export VRO_SSO_PASSWORD= your_sso_password.

risultati

La distribuzione di vRealize Orchestrator è stata aggiornata.

Operazioni successive

Dopo un aggiornamento non riuscito di una distribuzione di vRealize Orchestrator autenticata con vSphere alla versione del prodotto 8.2, potrebbe non essere possibile eseguire il rollback delle modifiche apportate all'URL di callback. Per risolvere questo problema, riconfigurare le impostazioni del provider di autenticazione dal Centro di controllo di vRealize Orchestrator:

  1. Accedere al Centro di controllo di vRealize Orchestrator come root.
  2. Selezionare Configura provider di autenticazione.
  3. Annullare la registrazione del provider di autenticazione corrente e registrarlo di nuovo.
Verificare che l'aggiornamento di vRealize Orchestrator Appliance sia stato eseguito correttamente passando a https:// your_vro_FQDN/vco/api/about. Nella pagina vengono visualizzate informazioni relative alla build di vRealize Orchestrator Appliance corrente, alla versione del prodotto e alla versione dell'API, ad esempio:
<ns2:build-number>15962410</ns2:build-number>
<ns2:build-date>2020-04-02T23:00:11Z</ns2:build-date>
<ns2:version>8.1.0.15962410</ns2:version>
<ns2:api-version>5.5.2</ns2:api-version>