È possibile utilizzare il plug-in vCenter Server per gestire più istanze di vCenter Server. È possibile creare workflow che utilizzano l'API del plug-in vCenter Server per automatizzare le attività nell'ambiente vCenter Server.

Il plug-in vCenter Server mappa l'API di vCenter Server nel JavaScript che è possibile utilizzare nei workflow. Il plug-in fornisce inoltre azioni che eseguono singole attività di vCenter Server che è possibile includere nei workflow.

Il plug-in vCenter Server offre una libreria di workflow standard che automatizzano le operazioni di vCenter Server. Ad esempio, è possibile eseguire workflow che creano, clonano, migrano o eliminano macchine virtuali.
Nota: La maggior parte dei workflow del plug-in vCenter comunica solo con vCenter Server. Tuttavia, alcuni workflow di operazioni guest richiedono la comunicazione con l'host ESXi gestito da vCenter Server. Prima di eseguire questi workflow, è necessario importare il certificato host ESXi tramite il Centro di controllo di vRealize Orchestrator. Per ulteriori informazioni, vedere Gestione dei certificati di vRealize Orchestrator in Installazione e configurazione di VMware vRealize Orchestrator.

Il plug-in vCenter Server include le API PBM (Policy-Based Management) e SMS (Storage Monitoring Service) come oggetti di scripting nell'API di scripting di vRealize Orchestrator. I componenti e i criteri della gestione basata sui criteri di storage vengono visualizzati nella pagina Inventario di vRealize Orchestrator Client.