La categoria di workflow di vCenter Update Manager contiene un set di workflow standard riguardanti le attività più comuni che è possibile eseguire con vSphere Update Manager. È possibile utilizzare i workflow come elementi costitutivi di base per la creazione di workflow personalizzati complessi. La combinazione di workflow standard consente di automatizzare processi a più passaggi nell'ambiente di vSphere.

È possibile gestire le basi di confronto, le patch e gli oggetti dell'inventario mediante l'esecuzione dei workflow predefiniti disponibili con il plug-in.

Per accedere a questi workflow in vRealize Orchestrator Client, accedere a Libreria > Workflow e immettere il tag vcenter_update_manager nella casella di ricerca del workflow.

Workflow della base di confronto

Workflow Descrizione
Associa una base di confronto

Collega le basi di confronto a un oggetto vSphere selezionato. L'oggetto può essere un modello, una macchina virtuale, una vApp, un host ESX/ESXi, una cartella, un cluster oppure un data center.

Il collegamento di una base di confronto a un oggetto container, ad esempio una cartella oppure un data center, collega in modo transitivo la base di confronto a tutti gli oggetti nel container.

Crea una base di confronto della patch

Consente di creare una nuova base di confronto della patch. È possibile applicare basi di confronto della patch agli host oppure alle macchine virtuali.

In base ai criteri di patch selezionati, le basi di confronto della patch possono essere dinamiche oppure statiche (fisse). È possibile selezionare esplicitamente le patch da includere nella base di confronto utilizzando il parametro includePatch. È inoltre possibile utilizzare l'attributo searchSpec per filtrare le patch che si desidera includere. È possibile filtrare in base al prodotto, al vendor, alla gravità e alla data di rilascio. Le patch che sono state escluse utilizzando il parametro excludePatch non verranno incluse nella base di confronto anche se corrispondono ai criteri di filtro definiti dall'attributo searchSpec.

Annulla associazione di una base di confronto Annulla l'associazione delle basi di confronto dagli oggetti di inventario di vSphere selezionati. Per annullare l'associazione delle basi di confronto ereditate, è necessario scollegarle dall'oggetto principale.
Esporta basi di confronto Annulla l'associazione delle basi di confronto dagli oggetti di inventario di vSphere selezionati. Per annullare l'associazione delle basi di confronto ereditate, è necessario scollegarle dall'oggetto principale.

Filtra basi di confronto

Filtra basi di confronto senza interazione dell'utente

Filtra le basi di confronto in base ai parametri di filtro forniti. È possibile selezionare manualmente una base di confronto dall'elenco filtrato per includerla come risultato del workflow.
Acquisisci entità collegate Seleziona le entità collegate alle basi di confronto oppure ai gruppi delle basi di confronto.
Importa basi di confronto Importa le basi di confronto dal file .xml generato dal workflow Esporta basi di confronto.
Aggiorna base di confronto di una patch Modifica le proprietà di una base di confronto della patch esistente.
Rimuovi basi di confronto Elimina le basi di confronto selezionate. Prima dell'eliminazione, vengono scollegate le basi di confronto da tutti gli oggetti vSphere a cui sono collegate.

Workflow delle patch

Workflow Descrizione

Scarica tutte le patch

Scarica tutte le patch in modo asincrono

Verifica la disponibilità di nuove patch e aggiornamenti e, in base alla disponibilità, scarica le nuove patch nel repository del plug-in.

Filtra patch

Filtra patch senza interazione dell'utente

Filtra le patch e consente di selezionare un sottoinsieme di patch filtrate per un'ulteriore elaborazione.

Staging

Staging in modalità asincrona

Esegue lo staging delle patch sull'host. Lo staging consente di scaricare patch ed estensioni dal repository vSphere Update Manager/vSphere Lifecycle Manager negli host ESX/ESXi senza dover applicare immediatamente le patch e le estensioni. È possibile eseguire lo staging di patch su host oppure oggetti container come ad esempio cluster o data center. In questo modo, il processo di correzione è più veloce perché le patch e le estensioni sono già disponibili localmente negli host.

Il workflow Staging in modalità asincrona restituisce un array con chiavi di attività per tutte le attività avviate di vCenter Server.

Workflow di conformità e inventario

Workflow Descrizione
Esporta report di conformità

Esporta il report di conformità in un formato di file esterno (CSV, PDF oppure HTML).

Eseguire questo workflow con un'entità, una base di confronto e uno stato di conformità selezionati per verificare che l'host aggiornato sia conforme alla base di confronto.

In alternativa, è inoltre possibile eseguire questo workflow prima di creare una nuova base di confronto della patch con il fine di individuare gli host non conformi che richiedono un aggiornamento.

Per eseguire il workflow, selezionare gli oggetti vSphere pertinenti, un set di basi di confronto con cui si desidera verificare la conformità, una posizione per il file e un formato di file. Dopo aver eseguito il workflow, il report sarà disponibile in /data/vco/var/run/vco/.
Ottieni conformità Recupera i dati di conformità per l'oggetto specificato. L'oggetto può essere un modello, una macchina virtuale, una vApp, un host, un cluster, una cartella oppure un data center. Il workflow restituisce informazioni sullo stato di conformità dell'oggetto vSphere rispetto alle basi di confronto alle quali è collegato. Se l'oggetto vSphere è un container, vengono ricevuti i dati di conformità per tutti gli oggetti nel container.

Correggi

Correggi in modo asincrono

Corregge un oggetto di inventario rispetto alle basi di confronto specificate. È possibile correggere oggetti vSphere quali modelli, macchine virtuali, vApp, host, cartelle, cluster e data center.

Il workflow Correggi in modo asincrono restituisce un array di chiavi di attività di vCenter Server.

Scansiona l'inventario in modo asincrono Analizza gli oggetti vSphere alla ricerca di patch e aggiornamenti applicabili inclusi nelle basi di confronto associate. È possibile eseguire la scansione di oggetti vSphere quali modelli, macchine virtuali, vApp, host, cartelle, cluster e data center. Se gli oggetti sono di tipi diversi, il workflow avvia un'attività di vCenter Server separata per ogni tipo di oggetto.
Imposta un vCenter predefinito con Update Manager Impostare un vCenter predefinito da utilizzare con vSphere Update Manager. L'istanza di vCenter predefinita è pre-selezionata per tutti i workflow del plug-in vSphere Update Manager eseguiti. Se si dispone di una singola istanza di vCenter, essa verrà impostata automaticamente come predefinita.