È possibile eseguire un workflow per aggiungere un host REST e configurare i parametri di connessione dell'host.

Procedura

  1. Accedere a vRealize Orchestrator Client come amministratore.
  2. Passare a Libreria > Workflow e inserire i tag http-rest e configuration nella casella di ricerca del workflow.
  3. Individuare il workflow Aggiungi host REST e fare clic su Esegui.
  4. Nella scheda Proprietà host, inserire le proprietà del nuovo host.
    1. Nella casella di testo Nome, inserire il nome dell'host.
    2. Nella casella di testo URL, inserire l'indirizzo dell'host.
      Nota: L’autenticazione Kerberos richiede un indirizzo host formato da un nome di dominio completo (FQDN).
    3. Nella casella di testo Timeout connessione, inserire il numero di secondi che devono trascorrere prima che si verifichi il timeout di una connessione.
    4. Nella casella di testo Timeout operazione, inserire il numero di secondi che devono trascorrere prima che si verifichi il timeout di un'operazione.
    5. Scegliere se si desidera accettare il certificato dell'host REST e aggiungerlo all'archivio di attendibilità del server vRealize Orchestrator.
    6. Scegliere se si desidera poter eseguire richieste parallele.
    7. Selezionare una strategia di reindirizzamento.
      Opzione Descrizione
      defaultRedirect Esegue il reindirizzamento solo quando vengono utilizzati i metodi HEAD e GET.
      alwaysRedirect Reindirizza tutti i metodi HTTP, inclusi POST, PUT, DELETE e così via.
      neverRedirect Impedisce tutti i reindirizzamenti e non segue i codici di stato 3xx con alcun metodo HTTP.
  5. Nella scheda Autenticazione host, selezionare il tipo di autenticazione.
    Opzione Descrizione
    Nessuno Non è richiesta alcuna autenticazione.
    OAuth 1.0 Nella scheda OAuth 1.0, specificare i parametri di autenticazione necessari.
    OAuth 2.0
    Nella scheda OAuth 2.0, specificare il token di autenticazione e selezionare una strategia di invio del token.
    • Se si seleziona Intestazione autorizzazione, il token viene inviato nell'intestazione dell'autorizzazione di ogni richiesta effettuata all'host come token bearer.
    • Se si seleziona Parametro query, il token viene inviato nel parametro di query oauth_token di ogni richiesta effettuata all'host.

    In alternativa, è possibile configurare le impostazioni di autenticazione utilizzando l'API di script di vRealize Orchestrator. Per istruzioni, vedere Utilizzo dell'API di script per configurare o aggiornare un'autenticazione dell'host REST.

    Di base

    Offre un metodo di autenticazione degli accessi di base.

    Nella scheda Credenziali utente, selezionare la modalità della sessione.
    • Se si seleziona Sessione condivisa, fornire le credenziali per la sessione condivisa.
    • Se si seleziona Sessione per utente, vRealize Orchestrator Client recupera le credenziali dell'utente che ha effettuato l'accesso.
    Digest

    Offre l'autenticazione degli accessi di tipo digest con codifica.

    Nella scheda Credenziali utente, selezionare la modalità della sessione.
    • Se si seleziona Sessione condivisa, fornire le credenziali per la sessione condivisa.
    • Se si seleziona Sessione per utente, vRealize Orchestrator Client recupera le credenziali dell'utente che ha effettuato l'accesso.
    NTLM

    Offre l'autenticazione degli accessi di tipo NT LAN Manager (NTLM) all'interno del framework Security Support Provider (SSPI) di Windows.

    Nella scheda Credenziali utente, selezionare la modalità della sessione.

    • Se si seleziona Sessione condivisa, fornire le credenziali per la sessione condivisa.
    • Se si seleziona Sessione per utente, vRealize Orchestrator Client recupera le credenziali dell'utente che ha effettuato l'accesso.

    Nella scheda NTLM, specificare le impostazioni di NTLM.

    Kerberos

    Offre l'autenticazione degli accessi Kerberos.

    Nella scheda Credenziali utente, selezionare la modalità della sessione.
    • Se si seleziona Sessione condivisa, fornire le credenziali per la sessione condivisa.
    • Se si seleziona Sessione per utente, vRealize Orchestrator Client recupera le credenziali dell'utente che ha effettuato l'accesso.
  6. (Facoltativo) Nella scheda Impostazioni proxy, selezionare se utilizzare un server proxy.
    1. Inserire l'indirizzo e la porta del server proxy.
    2. Selezionare il tipo di autenticazione del proxy.
      Opzione Descrizione
      Nessuno Non è richiesta alcuna autenticazione.
      Di base

      Offre un metodo di autenticazione degli accessi di base.

      Nella scheda Credenziali proxy, selezionare la modalità della sessione.
      • Se si seleziona Sessione condivisa, fornire le credenziali per la sessione condivisa.
      • Se si seleziona Sessione per utente, vRealize Orchestrator Client recupera le credenziali dell'utente che ha effettuato l'accesso.
  7. Nella scheda SSL, scegliere se si desidera che il nome host di destinazione corrisponda al nome memorizzato nel certificato del server.
  8. (Facoltativo) Selezionare una voce del keystore da utilizzare per eseguire l'autenticazione nel server. La voce del keystore deve essere di tipo PrivateKeyEntry.
  9. Fare clic su Esegui.

risultati

Dopo la corretta esecuzione del workflow, l'host REST è visibile nella vista Inventario.

Operazioni successive

È possibile aggiungere operazioni e lo schema XSD nell'host REST. È possibile eseguire richieste all'host REST in base alle operazioni REST create utilizzando i workflow del plug-in REST predefiniti o lo script di vRealize Orchestrator.