È possibile utilizzare vSphere Replication 8.6 Configuration Import/Export Tool per importare i dati di configurazione della replica per oltre 200 repliche. È possibile importare i dati da un file XML esportato in precedenza.

Quando si dispone di un ambiente con più di 200 repliche, le repliche vengono distribuite in più server vSphere Replication. Dopo aver esportato i dati di configurazione della replica, è necessario modificare il file XML esportato per bilanciare il carico di lavoro della replica.

Prerequisiti

  • Verificare che Java 1.8.x sia installato e che le variabili di ambiente siano configurate.
  • La variabile di ambiente JAVA_HOME deve essere configurata correttamente. Ad esempio, JAVA_HOME=C:\Program Files\Java\jre1.8.0_152 per Windows o JAVA_HOME=/usr/java/jre1.8.0_152 per Linux.
  • Verificare di disporre di una coppia di siti con vSphere Replication 8.6.x attivo e in esecuzione sia nel sito protetto che nel sito di ripristino.

Procedura

  1. Copiare il file XML esportato in modo da avere due file identici.
    Ad esempio, exported_vr_config.xml e exported_vr_config.1.xml.
  2. Aprire exported_vr_config.xml in un editor di testo e modificare il numero di repliche su 200 o su un valore inferiore.
  3. Aprire exported_vr_config.1.xml in un editor di testo e modificare il numero di repliche sulle repliche rimanenti nell'ambiente.
  4. Modificare il nome del server vSphere Replication di destinazione in targetHbrServerName su vrs-<No.>.
  5. Importare exported_vr_config.xml che contiene al massimo 200 configurazioni di replica.
  6. Distribuire un secondo server vSphere Replication nel sito di destinazione.
  7. Importare exported_vr_config.1.xml.