In VMware Edge Network Intelligence è possibile ottimizzare la generazione degli eventi imprevisti in base alle esigenze del proprio ambiente. È particolarmente importante ottimizzare le nuove istanze per garantire che la generazione di eventi imprevisti falsi positivi non crei troppi avvisi mettendo in dubbio l'affidabilità di ENI.

Per impostazione predefinita, la generazione di eventi imprevisti di VMware Edge Network Intelligence è definita in base a parametri ottimali per la maggior parte delle aziende. Se si desidera aggiungere applicazioni personalizzate o modificare le impostazioni predefinite, è possibile farlo accedendo alla pagina Priorità evento imprevisto (Incident Priority) nelle impostazioni di amministrazione.

Terminologia

Profili di priorità

Profili preimpostati che consentono di definire il comportamento di ciascun tipo di evento imprevisto nell'ambiente. Gli eventi imprevisti sono di 2 tipi:

1. Eventi imprevisti che misurano la percentuale dei client coinvolti. In questo caso per impostare le priorità è sufficiente definire l'entità della deviazione dalla base di confronto che si è disposti a tollerare e la percentuale minima di client che devono essere coinvolti prima che la priorità aumenti al livello P2 o addirittura P1. Per i problemi più importanti, è necessario impostare la "tolleranza di deviazione minima (smaller deviation tolerance)" per indicare che anche una piccola deviazione dalla base di confronto deve causare l'aumento della priorità dell'evento imprevisto.

2. Eventi imprevisti binari: le interruzioni del server rientrano in questa categoria in cui un server non è disponibile (ad esempio non risponde alle richieste) oppure lo è. Per questi problemi, la priorità è binaria, ovvero se il server non è disponibile, deve essere "sempre priorità PX (always priority PX)".

Tolleranza della deviazione

Specificare l'entità della deviazione dalla base di confronto e la percentuale di client che devono essere coinvolti affinché questi tipi di problemi diventino critici.

Descrizioni dei profili

Tolleranza della deviazione Grande (Large)

Viene in genere utilizzata per i tipi di eventi imprevisti meno importanti (ad esempio, una latenza di RADIUS lenta dei client). Gli eventi imprevisti con questo profilo di priorità iniziano con la priorità P6. Se si verifica una deviazione standard 1 dalla base di confronto, la priorità diventa P5. Se si verifica una deviazione standard 2 dalla base di confronto che coinvolge almeno il 5% dei client, la priorità diventa P3. Se si verifica una deviazione standard 3 o superiore che coinvolge almeno il 10% dei client, la priorità diventa P2. Gli eventi imprevisti con questo profilo di priorità non possono mai raggiungere la priorità P1.

Tolleranza della deviazione Media (Medium)

Viene in genere utilizzata per i tipi di eventi imprevisti leggermente meno importanti (ad esempio, scarse prestazioni Web dei client). Gli eventi imprevisti con questo profilo di priorità iniziano con la priorità P5. Se si verifica una deviazione standard 1 dalla base di confronto, la priorità diventa P4. Se si verifica una deviazione standard 2 dalla base di confronto che coinvolge almeno il 5% dei client, la priorità diventa P3. Se si verifica una deviazione standard 3 o superiore che coinvolge almeno il 10% dei client, la priorità diventa P2. Infine, se si verifica una deviazione standard 4 o superiore che coinvolge più del 30% dei client, la priorità diventa P1.

Tolleranza della deviazione Piccola (Small)

Viene in genere utilizzata per i tipi di eventi imprevisti più importanti (ad esempio, i client non possono connettersi a causa di X). Gli eventi imprevisti con questo profilo di priorità iniziano con la priorità P4. Se si verifica una deviazione standard 1 dalla base di confronto, la priorità diventa P3. Se si verifica una deviazione standard 2 dalla base di confronto che coinvolge almeno il 5% dei client, la priorità diventa P2. Se si verifica una deviazione standard 3 o superiore che coinvolge almeno il 10% dei client, la priorità diventa P1.

Sempre PX (Always PX) (ad esempio P2, P3, P4)

Viene in genere utilizzata per le interruzioni del server che sono binarie, ovvero si verificano o meno. Ogni volta che vengono attivati eventi imprevisti di questo tipo, devono avere sempre questa priorità specifica.

Nessuna priorità (No Priority)

Viene in genere utilizzata per gli eventi imprevisti in cui le deviazioni di breve durata non sono correggibili (ad esempio, le prestazioni del Wi-Fi dei client sono scarse). Gli eventi imprevisti di questo tipo diventano correggibili quando vengono visualizzati nel contesto dell'analisi dei problemi del sistema per un periodo di tempo più lungo. Agli eventi imprevisti con questo profilo non viene assegnata alcuna priorità. Questi eventi imprevisti non prevedono l'invio di e-mail di avviso, ma vengono comunque visualizzati nella parte inferiore della pagina degli eventi imprevisti quando viene selezionato il filtro "Tutti gli eventi imprevisti (All Incidents)".

Disabilitato

Gli eventi imprevisti con questo profilo non vengono visualizzati nell'interfaccia utente.