vSphere 8.0 consente prestazioni dei carichi di lavoro senza precedenti accelerando le funzionalità di rete nelle unità di elaborazione dati (DPU).

vSphere 8.0 consente prestazioni dei carichi di lavoro senza precedenti per soddisfare le esigenze di velocità effettiva e latenza dei carichi di lavoro distribuiti moderni accelerando le funzionalità di rete nelle DPU. Grazie al vSphere Distributed Services Engine, i servizi dell'infrastruttura vengono distribuiti tra le diverse risorse di elaborazione disponibili nell'host ESXi, con l'offload delle funzionalità di rete nella DPU. Le applicazioni moderne vengono sviluppate utilizzando un approccio basato su un'architettura di microservizi che cerca di suddividere le applicazioni in più servizi indipendenti ma che collaborano tra loro. Questa maggiore complessità richiede ulteriore CPU. Ad esempio, l'elaborazione delle richieste di storage o il trasferimento del traffico di rete per questi microservizi lascia meno cicli di CPU per il carico di lavoro effettivo. In questo contesto, gli acceleratori creati appositamente, come le DPU, possono occuparsi del nuovo carico di elaborazione e contribuire a migliorare le prestazioni e l'efficienza dell'infrastruttura.

Grazie al vSphere Distributed Services Engine, le DPU possono accelerare le prestazioni della rete e aumentare la velocità effettiva dei dati, senza sovraccaricare la gestione del ciclo di vita delle DPU, perché l'esperienza del giorno 0, del giorno 1 e del giorno 2 di vSphere esistente non cambia. All'avvio, il vSphere Distributed Services Engine è supportato dalle DPU di NVIDIA e AMD e dalle progettazioni dei server di Dell e HPE. Il vSphere Distributed Services Engine è disponibile nei server con DPU preinstallate. Non è possibile installare DPU separatamente nell'ambiente o utilizzare il Distributed Services Engine senza DPU preinstallate.

Figura 1. A partire da vSphere 8.0, VMware sposta le funzionalità eseguite nel complesso di CPU core al complesso di CPU DPU:
VMware sposta le funzionalità eseguite nel complesso di CPU core al complesso di CPU DPU per abilitare l'accelerazione della rete.

Il vSphere Distributed Services Engine esegue l'offload e accelera le funzionalità dell'infrastruttura nella DPU introducendo un VMware vSphere Distributed Switch nella DPU e VMware NSX Networking and Observability, che consente di monitorare, identificare e ridurre in modo proattivo i colli di bottiglia dell'infrastruttura di rete senza modifiche complesse della rete. La DPU diventa un nuovo punto di controllo per ridimensionare le funzionalità dell'infrastruttura e consente controlli di sicurezza senza agenti che non sono associati al dominio del carico di lavoro.

Con il vSphere Distributed Services Engine, è possibile:

Il vSphere Distributed Services Engine non richiede una licenza di ESXi separata. Una rete interna isolata dalle altre reti connette le DPU agli host ESXi. Le build del server ESXi 8.0 sono immagini unificate, che includono contenuti x86 e DPU. Nel sistema vSphere, le DPU vengono visualizzate come nuovi oggetti durante l'installazione e l'aggiornamento e nei workflow di rete, storage e profilo host.