vSphere with Tanzu richiede una configurazione di rete specifica per abilitare la connettività a Supervisori, Spazi dei nomi vSphere e a tutti gli oggetti eseguiti negli spazi dei nomi, ad esempio Pod vSphere, macchine virtuali e cluster Tanzu Kubernetes. L'amministratore di vSphere può installare e configurare NSX per vSphere with Tanzu.

Figura 1. Workflow per la configurazione di un supervisore con NSX

Workflow per la configurazione di un supervisore con NSX
In questa sezione viene descritto come configurare i servizi di rete del Supervisore distribuendo una nuova istanza di NSX, ma le procedure sono applicabili anche a una distribuzione di NSX esistente. La sezione fornisce anche informazioni utili per comprendere le operazioni eseguite da VMware Cloud Foundation SDDC Manager per configurare il dominio del carico di lavoro del Supervisore.

Prerequisiti

  • Verificare che l'ambiente soddisfi i requisiti di sistema per la configurazione di un cluster vSphere come Supervisore. Per informazioni sui requisiti, vedere Requisiti per un supervisore a tre zone con NSX Advanced Load Balancer e Requisiti per l'abilitazione di un supervisore del cluster singolo con NSX Advanced Load Balancer in Concetti e pianificazione di vSphere with Tanzu.
  • Assegnare una licenza della versione Tanzu al Supervisore.
  • Creare criteri di storage per il posizionamento delle macchine virtuali del piano di controllo, dei dischi temporanei dei pod e delle immagini dei container.
  • Configurare lo storage condiviso per il cluster. Lo storage condiviso è necessario per vSphere DRS, HA e per lo storage dei volumi persistenti dei container.
  • Verificare che DRS e HA siano abilitati nel cluster di vSphere e che DRS sia in modalità completamente automatizzata.
  • Assicurarsi di disporre del privilegio Modifica configurazione a livello di cluster nel cluster.