È possibile utilizzare vSphere Client per distribuire NSX Manager nel cluster vSphere e utilizzarlo con la vSphere with Tanzu.

Per distribuire NSX Manager utilizzando il file OVA, eseguire i passaggi descritti in questa procedura.

Per informazioni sulla distribuzione di NSX Manager tramite l'interfaccia utente o la CLI, vedere la Guida all'installazione di NSX.

Prerequisiti

Procedura

  1. Individuare il file OVA di NSX nel portale di download di VMware.
    Copiare l'URL del download o scaricare il file OVA.
  2. Fare clic con il pulsante destro del mouse e selezionare Distribuisci modello OVF per avviare l'installazione guidata.
  3. Nella scheda Seleziona un modello OVF immettere l'URL dell'OVA di download o passare al file OVA.
  4. Nella scheda Seleziona un nome e una cartella, immettere un nome per la macchina virtuale (VM) NSX Manager.
  5. Nella scheda Seleziona risorsa di elaborazione, selezionare il cluster vSphere in cui si desidera distribuire NSX Manager.
  6. Fare clic su Avanti per rivedere i dettagli.
  7. Nella scheda Configurazione, selezionare la dimensione della distribuzione NSX.
    Le dimensioni minime consigliate per la distribuzione sono medie.
  8. Nella scheda Seleziona storage, selezionare lo storage condiviso per la distribuzione.
  9. Abilitare il provisioning thin selezionando Provisioning thin in Seleziona formato disco virtuale.
    Per impostazione predefinita, i dischi virtuali vengono sottoposti a provisioning thick.
  10. Nella scheda Seleziona reti, selezionare il gruppo di porte di gestione o la rete di destinazione per NSX Manager in Rete di destinazione.
    Ad esempio DPortGroup-MGMT.
  11. Nella scheda Personalizza modello, immettere le password della root di sistema, dell'amministratore della CLI e le password di controllo per NSX Manager. Le password devono essere conformi alle limitazioni di complessità delle password.
    • Almeno 12 caratteri.
    • Almeno una lettera minuscola.
    • Almeno una lettera maiuscola.
    • Almeno una cifra.
    • Almeno un carattere speciale.
    • Almeno cinque caratteri diversi.
    • Le regole di complessità della password predefinite vengono applicate dal modulo PAM di Linux.
  12. Immettere il gateway IPv4 predefinito, la rete di gestione IPv4, la netmask della rete di gestione, il server DNS, l'elenco di ricerca del dominio e l'indirizzo IP NTP.
  13. Abilitare SSH e consentire l'accesso SSH di root alla riga di comando NSX Manager.
    Per impostazione predefinita, queste opzioni SSH sono disattivate per motivi di sicurezza.
  14. Verificare che tutte le specifiche del modello OVF personalizzato siano corrette e fare clic su Fine per avviare l'installazione.
  15. Dopo l'avvio di NSX Manager, accedere alla CLI come amministratore ed eseguire il comando get interface eth0 per verificare che l'indirizzo IP sia stato applicato come previsto.
  16. Immettere il comando get services per verificare che tutti i servizi siano in esecuzione.

Distribuzione dei nodi di NSX Manager per creare un cluster

Un cluster NSX Manager offre alta disponibilità. È possibile distribuire i nodi di NSX Manager utilizzando l'interfaccia utente solo sugli host ESXi gestiti da vCenter Server. Per creare un cluster NSX Manager, distribuire due nodi aggiuntivi in modo da formare un cluster di tre nodi in totale. Quando si distribuisce un nuovo nodo dall'interfaccia utente, il nodo si connette al primo nodo distribuito per formare un cluster. Tutti i dettagli del repository e la password del primo nodo distribuito vengono sincronizzati con il nuovo nodo distribuito.

Prerequisiti

  • Verificare che sia installato un nodo NSX Manager.
  • Verificare che sia configurato un gestore risorse di elaborazione.
  • Verificare che le porte necessarie siano aperte.
  • Verificare che il datastore sia configurato nell'host ESXi.
  • Verificare di disporre del gateway e dell'indirizzo IP, degli indirizzi IP del server DNS, dell'elenco di ricerca del dominio e dell'indirizzo IP del server NTP che NSX Manager dovrà utilizzare.
  • Verificare di disporre di una rete del gruppo di porte della macchina virtuale di destinazione. Posizionare le appliance NSX in una rete di macchine virtuali di gestione.

Procedura

  1. Da un browser, accedere con privilegi di amministratore a NSX Manager o all'indirizzo https://<indirizzo-ip-manager>.
  2. Per distribuire un'appliance, selezionare Sistema > Appliance > Aggiungi appliance NSX.
  3. Immettere i dettagli dell'appliance.
    Opzione Descrizione
    Nome host Immettere il nome host o FQDN da utilizzare per il nodo.
    IP/Netmask di gestione Immettere un indirizzo IP da assegnare al nodo.
    Gateway di gestione Immettere l'indirizzo IP di un gateway che deve essere utilizzato dal nodo.
    Server DNS Immettere l'elenco degli indirizzi IP del server DNS che il nodo deve utilizzare.
    Server NTP Immettere l'elenco degli indirizzi IP dei server NTP
    Dimensioni nodo Selezionare il fattore di forma Medio (6 vCPU, 24 GB di RAM, 300 GB di storage) dalle opzioni.
  4. Immettere i dettagli di configurazione dell'appliance
    Opzione Descrizione
    Gestore risorse di elaborazione Selezionare il vCenter Server configurato come manager di elaborazione.
    Cluster di elaborazione Selezionare il cluster a cui deve essere unito il nodo.
    Datastore Selezionare un datastore per i file di nodo.
    Formato disco virtuale Selezionare il formato Provisioning thin.
    Network Fare clic su Seleziona rete per selezionare la rete di gestione per il nodo.
  5. Immettere i dettagli relativi all'accesso e alle credenziali.
    Opzione Descrizione
    Abilita SSH Attivare o disattivare il pulsante per consentire un accesso SSH al nuovo nodo.
    Abilita accesso root Attivare o disattivare il pulsante per consentire l'accesso root al nuovo nodo.
    Credenziali root di sistema Impostare e confermare la password root per il nuovo nodo.
    La password deve essere conforme alle restrizioni di complessità.
    • Almeno 12 caratteri.
    • Almeno una lettera minuscola.
    • Almeno una lettera maiuscola.
    • Almeno una cifra.
    • Almeno un carattere speciale.
    • Almeno cinque caratteri diversi.
    • Le regole di complessità della password predefinite vengono applicate dal modulo PAM di Linux.
    Credenziali CLI amministratore e Credenziali CLI di controllo Selezionare la casella di controllo Uguale alla password root per utilizzare la stessa password configurata per l'utente root oppure deselezionare la casella di controllo e impostare una password diversa.
  6. Fare clic su Installa appliance.
    Il nuovo nodo viene distribuito. È possibile tenere traccia del processo di distribuzione nella pagina Sistema> > Appliance. Non aggiungere altri nodi finché l'installazione non viene completata e il cluster non è stabile.
  7. Attendere il completamento della distribuzione, della formazione del cluster e della sincronizzazione del repository.
    Il processo di unione e di stabilizzazione del cluster potrebbe richiedere da 10 a 15 minuti. Verificare che lo stato di ogni gruppo di servizi del cluster sia ATTIVO prima di apportare altre modifiche al cluster.
  8. Dopo l'avvio del nodo, accedere alla CLI come amministratore ed eseguire il comando get interface eth0 per verificare che l'indirizzo IP sia stato applicato come previsto.
  9. Se il cluster include solo due nodi, aggiungere un'altra appliance. Selezionare Sistema > Appliance > Aggiungi appliance NSX e ripetere i passaggi di configurazione.

Aggiunta di una licenza di

Aggiungere una licenza utilizzando NSX Manager.

Prerequisiti

Ottenere una licenza avanzata o superiore per NSX.

Procedura

  1. Accedere al NSX Manager.
  2. Selezionare Sistema > Licenze > Aggiungi.
  3. Immettere la chiave di licenza.
  4. Fare clic su Aggiungi.

Aggiunta di un gestore delle risorse di elaborazione

Un gestore delle risorse di elaborazione è un'applicazione che gestisce risorse quali host e macchine virtuali. Configurare il vCenter Server associato al NSX come gestore delle risorse di elaborazione in NSX Manager.

Procedura

  1. Accedere al NSX Manager.
  2. Selezionare Sistema > Struttura > Gestori risorse di elaborazione > Aggiungi
  3. Inserire i dettagli del gestore delle risorse di elaborazione.
    Opzione Descrizione
    Nome e descrizione Immettere il nome e la descrizione di vCenter Server.
    Nome di dominio completo o indirizzo IP Immettere l'FQDN o l'indirizzo IP di vCenter Server.
    Nome utente e password Digitare le credenziali di accesso a vCenter Server.
  4. Selezionare Abilita attendibilità per consentire a vCenter Server di comunicare con NSX.
  5. Se non è stato fornito un valore dell'identificazione personale per NSX Manager, il sistema individua l'identificazione personale e la visualizza.
  6. Fare clic su Aggiungi per accettare l'identificazione personale.

risultati

Dopo qualche minuto, il gestore delle risorse di elaborazione viene registrato con vCenter Server e lo stato della connessione passa a Attivo. Se l'FQDN/PNID di vCenter Server viene modificato, è necessario registrarlo nuovamente nel NSX Manager. Per ulteriori informazioni, vedere Registrare il vCenter Server in NSX Manager.

Nota: Dopo la registrazione di vCenter Server, non disattivare ed eliminare la macchina virtuale NSX Manager senza eliminare innanzitutto il gestore delle risorse di elaborazione. In caso contrario, quando si distribuisce un nuovo NSX Manager, non sarà possibile registrare nuovamente lo stesso vCenter Server. Verrà visualizzato un messaggio di errore che indica che vCenter Server è già registrato in un altro NSX Manager.

È possibile fare clic sul nome del gestore delle risorse di elaborazione per visualizzare i dettagli, modificare il gestore delle risorse di elaborazione o gestire i tag che si applicano al gestore delle risorse di elaborazione.