L'attivazione di Tanzu Kubernetes Grid in un cluster nell'SDDC configura le risorse di archiviazione ed elaborazione del cluster e la rete dell'SDDC per l'utilizzo con i servizi di Tanzu.

È possibile iniziare dalla visualizzazione Inventario, da Finestra di avvio o da qualsiasi scheda di cluster nella visualizzazione Dettagli di un SDDC.

Prerequisiti

È necessario effettuare l'accesso alla Console VMC all'indirizzo https://vmc.vmware.com/ come utente con un ruolo di servizio VMware Cloud Services di Amministratore o Amministratore (con limitazioni di eliminazione).

È possibile attivare Tanzu Kubernetes Grid in qualsiasi SDDC 1.16 o versioni successive. L'attivazione è un workflow per cluster che è possibile avviare in qualsiasi cluster convenzionale creato nell'SDDC 1.16 o versione successiva che disponga di almeno 112 GB di memoria disponibile e di risorse libere sufficienti per supportare 16 vCPU. In una configurazione di SDDC media, un cluster richiede almeno tre host per essere idoneo all'attivazione. In una configurazione di grandi dimensioni, il numero minimo è di quattro host. I cluster estesi non sono supportati.

Se si desidera abilitare Tanzu Kubernetes Grid in cluster aggiuntivi, si tenga presente che i cluster a tre host devono avere il numero di core predefinito (16) per garantire una capacità di failover adeguata. I cluster con quattro o più host possono avere un numero di core inferiore. Vedere Aggiunta di un cluster.

Nota:

Le attività transitorie che influiscono sul consumo delle risorse del cluster possono causare la mancata riuscita del test di idoneità del cluster. È consigliabile evitare di attivare Tanzu Kubernetes Grid in qualsiasi cluster che funga da origine o destinazione di una migrazione di VMware HCX.

Prima di poter utilizzare Tanzu Kubernetes Grid nell'SDDC, è necessario poter aprire il vCenter dell'SDDC (vedere Connessione a vCenter Server nella guida Guida introduttiva di VMware Cloud on AWS). Molti workflow di Tanzu Kubernetes Grid comuni richiedono la connettività tra il data center locale e l'SDDC, come descritto in Configurazione di rete e sicurezza SDDC.

Per attivare Tanzu Kubernetes Grid, è necessario definire diversi blocchi CIDR per il piano di controllo del carico di lavoro di Tanzu. Tali blocchi CIDR non possono sovrapporsi a quelli esistenti assegnati alle reti di gestione o elaborazione dell'SDDC o alle reti locali e non possono essere modificati dopo l'attivazione. È quindi necessario tenere a portata di mano un elenco di tali blocchi CIDR durante questa procedura.

Procedura

  1. Accedere a Console VMC all'indirizzo https://vmc.vmware.com.
  2. Selezionare uno o più SDDC per l'attivazione di Tanzu Kubernetes Grid.
    Per iniziare da Finestra di avvio:
    In Finestra di avvio, fare clic su Kubernetes nella colonna Soluzioni, quindi fare clic su Ulteriori informazioni e su Inizia per aprire la visualizzazione Introduzione a Tanzu Kubernetes Grid che include un elenco di tutti gli SDDC dell'organizzazione idonei per l'attivazione di Tanzu Kubernetes Grid. Selezionare uno o più SDDC in questo elenco e fare clic su AVANTI.
    Per iniziare dalla visualizzazione Inventario:
    Nella pagina Inventario, fare clic su SDDC, quindi selezionare un SDDC e fare clic su VISUALIZZA DETTAGLI.
  3. Attivare Tanzu Kubernetes Grid per un cluster.
    Nella scheda del cluster, fare clic su AZIONI e selezionare Attiva Tanzu Kubernetes Grid. VMware Cloud on AWS controlla le risorse del cluster per assicurarsi che soddisfino i requisiti per l'attivazione di Tanzu Kubernetes Grid e quindi chiede all'utente di configurare la rete di gestione del carico di lavoro.
  4. Configurare la rete di gestione del carico di lavoro.
    Per ulteriori informazioni su come Tanzu Kubernetes Grid configura e utilizza le reti dell'SDDC, vedere Piano di controllo del carico di lavoro, segmenti dello spazio dei nomi e gateway di livello 1.
    1. Specificare i blocchi CIDR della rete del carico di lavoro per questo cluster.
      Sono supportati blocchi CIDR di dimensioni 16, 20, 23 o 26 che devono trovarsi in uno dei blocchi "spazio di indirizzi privati" definiti da RFC 1918 (10.0.0.0/8, 172.16.0.0/12 o 192.168.0.0/16). Per ogni blocco CIDR, specificare un intervallo di indirizzi IP che non si sovrapponga a:
      • le reti di gestione o di elaborazione dell'SDDC
      • la rete locale
      • qualsiasi blocco CIDR specificato in questo cluster
      • qualsiasi blocco CIDR specificato in un altro cluster di questo SDDC
      Per un elenco completo degli indirizzi IPv4 riservati da VMware Cloud on AWS, vedere Indirizzi di rete riservati nella guida di Rete e sicurezza di VMware Cloud on AWS. Questi blocchi CIDR non possono essere modificati dopo l'attivazione di Tanzu Kubernetes Grid.
      CIDR di servizio
      Questo blocco di indirizzi viene allocato ai servizi supervisore di Tanzu per il cluster. È possibile utilizzare il blocco CIDR predefinito (10.96.0.0/24) o sceglierne un altro, ma è necessario un intervallo di almeno /24.
      CIDR dello spazio dei nomi rete
      Questo blocco di indirizzi è allocato ai segmenti dello spazio dei nomi. Deve avere un intervallo di almeno /23 per fornire la capacità adeguata per i carichi di lavoro di Tanzu Kubernetes Grid nel cluster. Si consideri un intervallo di /16 o /12.
      CIDR in entrata
      Questo blocco di indirizzi viene allocato per ricevere il traffico in entrata per i contenitori tramite bilanciamenti del carico. Poiché il sistema alloca un indirizzo NAT di destinazione (DNAT) da questo pool per ogni spazio dei nomi del cluster, un intervallo di /23 o /26 dovrebbe essere sufficiente.
      CIDR in uscita
      Questo blocco di indirizzi è allocato al traffico in uscita dai container e dai cluster guest. Poiché il sistema alloca un indirizzo IP NAT di origine (SNAT) da questo pool per ogni spazio dei nomi del cluster, un intervallo di /23 o /26 dovrebbe essere sufficiente.
    2. Fare clic su CONVALIDA E CONTINUA per convalidare i blocchi CIDR specificati.

      Dopo il completamento dell'attivazione per un cluster, non è possibile modificare i blocchi CIDR della rete del carico di lavoro. Il sistema dovrà quindi convalidare gli intervalli specificati prima che sia possibile procedere con l'attivazione. La convalida dell'intervallo di rete può richiedere fino a 15 secondi.

  5. Verificare e attivare l'operazione.
    Una volta completata la convalida dell'intervallo di rete, il sistema visualizza i dettagli della rete di gestione del carico di lavoro e del cluster. Fare clic su ATTIVA TANZU KUBERNETES GRID per creare questi cluster e allocare i blocchi CIDR. La pagina Riepilogo dell'SDDC mostra che lo stato di Tanzu Kubernetes Grid è Attivazione in corso. Nel sistema viene visualizzato un messaggio di stato che indica il nome del cluster e l'ora di avvio dell'attivazione. Al termine dell'attivazione, la pagina Riepilogo dell'SDDC mostra che Tanzu Kubernetes Grid è Attivato.

Operazioni successive

Al termine dell'attivazione, aprire la pagina Gestione del carico di lavoro di vSphere Client. Il nuovo cluster di Tanzu Kubernetes Grid viene elencato nella scheda Cluster. Nella scheda Spazi dei nomi sono elencati i passaggi successivi da eseguire. Uno dei primi passaggi da prendere in considerazione è la registrazione di questo cluster in Tanzu Mission Control. Per informazioni su come configurare e utilizzare un cluster Tanzu Kubernetes Grid appena attivato, iniziare consultando queste pagine di Installazione e configurazione di vSphere with Tanzu: